Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA22°28°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Nespoli: «Io come la mia Inter, poche vittorie ma di gran cuore»

Attualità sabato 04 ottobre 2014 ore 14:15

Elezioni provinciali, quattro gruppi si asterranno

Nota congiunta delle liste di opposizione nei consigli comunali del territorio. Critiche sulla mancanza di "contrappeso delle funzioni di controllo"



PISA — Con un duro comunicato dal titolo: “Elezioni provinciali, ecco perché ci asterremo” i consiglieri comunali di alcune liste del territorio – Calcinaia Bene Comune, Per una svolta in comune-Casciana Terme Lari, Una città in comune di Pisa e L’Altra San Giuliano – spiegano il perché, domenica 12 ottobre – giorno fissato per eleggere il nuovo consiglio provinciale – non andranno a votare.

“L’assurdità della legge fortemente voluta da Renzi e dal suo sottosegretario Del Rio mostrano con tutta evidenza il distacco abissale tra la rappresentanza popolare e i livelli decisionali – si sottolinea –. Nella nostra provincia ad esempio si andrà a votare un consiglio composto da solo 12 membri scelti ed eletti dalla comunità dei consiglieri e dei sindaci dei 37 Comuni pisani e con un meccanismo che prevede addirittura il voto ponderato, ovvero più pesante per i sindaci e i consiglieri dei Comuni più grandi”.

La naturale “conseguenza di ciò – si aggiunge – è che un cittadino di Calcinaia conta meno di un cittadino di Pontedera. Il nuovo consiglio inoltre avrà ancora tutte le competenze e poteri in termini di pianificazione e programmazione di quelli che storicamente in 63 anni di storia democratica delle provincie erano stati eletti a suffragio universale e direttamente dai cittadini”.

Si tratta, a detta dei firmatari della nota congiunta – di un consiglio che “difficilmente potrà rispondere ai cittadini per le proprie scelte e che soprattutto non avrà il contrappeso delle funzioni di controllo esercitato storicamente dalle opposizioni”.

Per questi motivi, i “nostri consiglieri non parteciperanno al simulacro di queste elezioni nella convinzione che il rapporto diretto tra eletti e cittadini prescritto dalla nostra Costituzione debba rimanere l’orizzonte di chi vuol difendere la democrazia ed evitare derive che ricordano tristemente un impianto istituzionale funzionale a un solo uomo al comando”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore accertate trenta nuove positività al coronavirus sul territorio, una su tre riguarda cittadini pontederesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Albertina Poggianti in Galli

Sabato 31 Luglio 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità