QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°20° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 22 settembre 2019

Cronaca venerdì 26 giugno 2015 ore 17:20

"Allerto clienti e non: girano falsi assicuratori"

La denuncia di Paola Primavori dell'omonima compagnia: "In due giorni due casi, nel primo una donna ha staccato un assegno di 800 euro"



PONTEDERA — Falsi collaboratori delle assicurazioni che vanno nelle case delle persone per riscuotere premi assicurativi. La denuncia arriva da Paola Primavori, dell'omonima assicurazione in piazza Garibaldi 31 a Pontedera: “Voglio informare e allertare le persone, che siano o meno miei clienti, perché due casi in una settimana per me sono indice di una truffa organizzata che deve essere fermata. Ho fatto denuncia ai carabinieri”.

Il messaggio di Paola Primavori allerta clienti e persone: in Valdera girano falsi assicuratori che con aria, appunto, rassicurante, cercano di estorcere assegni per pagare premi assicurativi inesistenti.

Primavori poi racconta come sono andate le cose: “In due casi persone a me ignote sono andate in case e si sono spacciate per collaboratori della mia agenzia cercando di riscuotere premi assicurativi. Solo in un caso hanno specificato il nome della compagnia, Aurora Assicurazioni, che dal 2008 non esiste più ed è stata assorbita da UnipolSai, attuale compagnia con cui ho regolare mandato. A mio avviso, il dato preoccupante è che abbiano usato il mio nome e quello del collaboratore, andando così a fare leva sulla fiducia dei clienti”.

Il primo caso è di due giorni fa, mercoledì alle 14: “Un ragazzo sui 25-30 anni dall’aspetto normale – spiega Primavori - si presenta all’abitazione di un mio assicurato, che risiede a Cevoli, e chiede alla madre di questo (c’era solo lei in casa) un importo di 800 euro per pagare la polizza dell’auto che sarebbe scaduta il giorno dopo. La signora chiede perché non sia venuto il solito subagente, il ragazzo risponde che il collega è in ferie e lo sostituisce lui e che le avrebbe portato il contrassegno tra un paio di giorni. Prende l’assegno da 800 euro senza compilare chi sia il beneficiario e lascia la casa”.

Il secondo evento è di ieri, giovedì 25 giugno, nel tardo pomeriggio: “La madre di una mia ex-cliente riceve una telefonata da Aurora Assicurazioni agenzia di Primavori – prosegue – in cui la si avverte che era in scadenza una polizza della figlia, che sarebbe passato il collaboratore (in questo caso la ragazza al telefono ha fatto nome e cognome dello stesso) per incassare, voleva sapere quando poteva passare. La signora le ha detto di richiamare perché si ricordava che il figlio non ha polizze in scadenza e la cosa è finita li”.

Una denuncia e una ricerca - “Nel primo caso – riprende Primavori - è stata sporta denuncia sia dalla cliente che dal mio collaboratore e bloccato l’assegno in tempo, nel secondo caso, non sono seguite telefonate o visite a domicilio, non ho fatto ancora denuncia, perché stiamo cercando di sapere dalla signora se può recuperare il numero da cui è stata contattata”.



Tag

Atreju, Conte accolto da Giorgia Meloni: «Tu pensavi che io non venissi?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Spettacoli

Cronaca

Attualità