QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 18 luglio 2019

Politica giovedì 29 settembre 2016 ore 12:45

Fanghi a Palaia, la replica dell'opposizione

La lista Cambiare in Comune risponde al sindaco Gherardini: "Il Comune non si vanti, Pianello si è salvato grazie all'inchiesta. E altri territori?"



PALAIA — E' botta e risposta fra l'opposizione e il sindaco Gherardini. Dopo le critiche della lista Cambiare in Comune sull'inchiesta relativa allo spandimento di fanghi e la risposta del primo cittadino, la minoranza replica per fare ulteriore chiarezza sul loro intervento.

Innanzitutto, la lista d'opposizione puntualizza che il concetto di "essersi mossi prima" sul caso era un riferimento temporale rispetto alla notizia dell’avvio dell’inchiesta delle Fiamme Gialle.

"In secondo luogo, se proprio vogliamo dirla tutta - aggiungono dalla minoranza -, a fronte della trasmissione dell’autorizzazione allo spandimento dei fanghi rilasciata alla società DC Green avvenuta dal Settore Suap dell’Unione Valdera al Comune di Palaia in data 16-12-2015, l’attivazione da parte dell’Amministrazione comunale sulla questione ci pare essere giunta con un po’ di ritardo, constatando che i primi documenti di chiarimenti, verifiche e maggiori approfondimenti da parte dell’Amministrazione verso le varie Autorità ed Enti competenti in materia (Arpat, Usl, Acque e Regione) sono tutti datati intorno alla metà del mese di giugno 2016".

Ma ciò che l'opposizione reputa anomalo è il fatto che l’interessamento del Comune alla questione di Pianello sia avvenuto in seguito alla segnalazione da parte di alcuni cittadini. E si chiedono: "Occorrevano pertanto le segnalazioni dei cittadini per iniziare a prendere provvedimenti?".

"Pur riconoscendo - precisano dall'opposizione - agli uffici comunali la bontà del lavoro svolto nell’intento di fare chiarezza con i vari enti preposti, sulle serie problematiche che si sarebbero verificate a seguito di questo spandimento dei fanghi, quello che al gruppo di opposizione maggiormente interessa sottolineare è la verità sul perché i fanghi non sono arrivati a Pianello". Su questo, la minoranza ha le idee chiare: "Questa verità non sta certo, come sostiene il sindaco, nell’azione politica e nella ferma opposizione portata avanti dall’amministrazione, quanto essenzialmente ed esclusivamente nell’inchiesta, tutt’ora in corso, sul presunto smaltimento illegale dei fanghi nocivi nel territorio comunale ad opera della Guardia di Finanza che ha portato ad indagare e ad arrestare i due titolari della società autorizzata allo spandimento in questione".

"La partita - concludono da Cambiare in Comune - non è stata chiusa certo dall’amministrazione comunale, come la stessa si vanta invece di aver fatto, e se a Pianello i fanghi non sono stati spansi, e ora sappiamo grazie a chi, l’opposizione ricorda al sindaco che nel comunicato, al quale ha prontamente risposto, si parlava anche di altri territori del Comune dove purtroppo ciò non è stato evitato…ma di questo puntualmente non si è parlato".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Spettacoli

Sport