QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°13° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 07 dicembre 2019

Attualità mercoledì 15 aprile 2015 ore 12:05

"Basta privatizzare, rispettate i referendum"

Tanti cittadini, associazioni, sindacati e partiti presenti all'assemblea del Forum Acqua Valdera. Mobilitazioni organizzate per le prossime settimane



PONTEDERA — Grande partecipazione di pubblico all'assemblea organizzata lunedì scorso dal Forum Acqua Valdera nei locali del Centro Poliedro a Pontedera, per parlare del pericolo della privatizzazione dei servizi idrici.

Presenti, oltre a semplici cittadini, anche decine di rappresentanti di associazioni, sindacati, movimenti e partiti che nel 2011 sostennero con il Forum la battaglia dei referendum contro la privatizzazione dell'acqua.

Durante la serata, sono state ripercorse le numerose iniziative, anche legali, che il Forum Acqua Valdera ha condotto nel corso di questi quasi 4 anni per pretendere l'applicazione della volontà popolare espressa da oltre 26 milioni di cittadini con i referendum, ovvero la fuoriuscita dei profitti dalla gestione dell'acqua e la ripubblicizzazione del servizio. E' stata sottolineata la posizione di alcuni amministratori locali, contro questi temi.

L'assemblea però, al Forum è servita soprattutto per lanciare l'allarme sui progetti di fusione delle tre aziende Acque Spa, Publiacqua Spa e Acquedotto del Fiora Spa con l'obiettivo di vendere ulteriori quote di proprietà pubblica ad Acea Spa, la potente multiutility romana quotata in borsa.

"Numerosi gli interventi del pubblico - dicono in una nota dal Forum - tutti si sono espressi contro questo progetto perché rappresenterebbe un tradimento palese dei referendum ed un insulto alla democrazia".

Per la questione, all'assemblea sono state ipotizzate una serie di iniziative di mobilitazione da mettere in campo nelle prossime settimane in Valdera: volantinaggi, richiesta di consigli comunali aperti, banchetti informativi, presentazione di mozioni e interrogazioni nei Comuni, organizzazione di ulteriori incontri pubblici nei nostri territori, iniziative legali, fino alla minaccia dello sciopero della bolletta qualora questi progetti dovessero andare avanti.

"Soprattutto - spiegano ancora dal Forum - è stata rimarcata l'importanza di ricreare una forte mobilitazione dal basso, coinvolgendo il maggior numero possibile di cittadini, e di pretendere che qualsiasi passaggio di questo percorso venga discusso in tutti i Consigli Comunali anziché, come avvenuto fino ad ora, nel segreto delle stanze di pochi tecnici e politici".

Infine è stato presentato un appello contro la fusione e la vendita di partecipazioni pubbliche, sottoscritto da tutti i Comitati presenti nei territori gestiti da Acque Spa, al quale hanno già aderito varie associazioni e singoli cittadini. Nei prossimi giorni l'appello sarà disponibile anche sul sito del Forum Acqua Valdera.



Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca