QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità giovedì 01 ottobre 2015 ore 15:10

Finisce l'avventura scandinava Svezia 7

Ultimo fotoracconto di Federica, Daniele e Annachiara. Tra poche settimane riceveranno in Italia Lizette, Oscar e Stina



TANNAS, SVEZIA — Si è conclusa l'avventura di Federica Bagnoli, Daniele Scafile e Annachiara Morganti in Svezia. I tre studenti del liceo Montale hanno passato un mese in terra scandinava a Ostersund, ospiti delle famiglie di tre coetanei, Lizette, Oskar e Stina.

Tra poche settimane avverrà il percorso inverso, coi tre studenti svedesi ospiti di quelli italiani.

Queste le avventure degli ultimi giorni svedesi, il fotoracconto.

Venerdì, Federica, Daniele e i cappelli - "Nella giornata di venerdi io e Daniele siamo arrivati a Tännäs, paese originario di Oskar (a circa 200 chilometri da Ostersund, vicino al confine con la Norvegia, ndr). La famiglia ci ha fatto alloggiare in dei bungalow molto carini, con vista sul lago (foto). Era tutto molto intimo e pacifico, immerso nel verde.

Nel pomeriggio abbiamo fatto un giro in barca, sul lago, per arrivare in un'isoletta nel mezzo. Ad aspettarci c'erano tutti i parenti di Oskar e insieme a loro abbiamo fatto un gioco che consisteva nel scambiarsi dei cappelli, anche se non abbiamo capito il perché dato che parlavano in svedese.

Per cena abbiamo cotto delle salsicce sul fuoco, come da veri boy-scout (foto), all'interno però di una capanna dove vi erano attaccate pellicce di volpi e altri animali, alcuni anche imbalsamati (foto). Dopo cena poi Daniele e il suo corrispondente hanno il fatto il bagno in una vasca di acqua caldissima (come potete vedere dalle foto è il pentolone che sembra un'enorme cassa di vino).

Abbiamo concluso la giornata con una partita a biliardo, con le mani, poiché con le stecche siamo scarsi."

Sabato - "Nella giornata di sabato, invece, abbiamo assaggiato due piatti tipici svedese: pancakes con bacon a pranzo e il Surströmming a cena, che si tratta di un pesce veramente puzzolente (foto), che va aperto a metri di distanza da casa, fuori e sott'acqua, per fare uscire un liquido grigio. L'odore era veramente orribile ma il sapore per fortuna era un po' meglio, anche se veramente salato. I genitori di Oskar ci hanno detto che questo pesce va mangiato solo due volte l'anno perché ci vogliono esattamente 6 mesi per digerirlo. Ops! Durante il giorno comunque siamo andati a fare un safari e siamo stati vicini a dei mufloni veramente enormi. Sono animali che sono sopravvissuti all'era glaciale e tutt'ora in Svezia ci sono solamente 9 esemplari di questa specie. Daniele gli ha addirittura dato da mangiare (foto). Dopo ci hanno portato in cima al monte per farci ammirare al meglio il paesaggio tipico svedese, fantastico (foto). Il pomeriggio invece siamo andati a fare un giro in canoa e durante questo giro abbiamo anche rischiato di non riuscire a tornare indietro dato che il vento e le onde ci venivano contro, ma poi ci abbiamo messo tutta la nostra forza e ce l'abbiamo fatta."

Domenica - "La giornata di domenica l'abbiamo passata camminando su un monte. Il percorso previsto era di 5 chilometri ma per un inconveniente ne abbiamo fatti solo due. L'inconveniente è stata una tormenta di neve (foto), probabile di questi tempi quassù. Ci siamo allora fermati sotto una roccia a ripararci e a mangiare (foto). è stato uno spettacolo magnifico anche se quasi terrificante.

Dopo esser quindi tornati indietro, Oskar ci ha insegnato a pescare (foto). Siamo stati entrambi molto bravi, anche se non abbiamo preso nessun pesce, dato che eravamo a riva.

Poi siamo andati a mangiare il kebab e infine abbiamo preso il pullman per tornare a casa.

è stato un weekend pieno di impegni ma anche pieno di emozioni, anche se accompagnato da molto freddo (la temperatura media è stata di 0 gradi)."

Annachiara al tempio - "Sabato sono andata con la mia corrispondente Stina al Thai Pavillon, un tempio tailandese (foto) nel mezzo alle campagne svedesi, costruito nel 1997 in occasione del 101esimo anniversario della visita del re tailandese in Svezia. è uno spettacolo unico, peccato che non siamo potuti entrare dentro perché è aperto solo d'estate."



Tag

Clinton incontra Zingaretti a New York: "Sono così felice di vederti, Thank you!"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità