QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 10°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 15 dicembre 2019

Politica sabato 03 ottobre 2015 ore 06:00

"Il baratto amministrativo? Occasione sprecata"

Gli esponenti M5S criticano la maggioranza, rea di aver bocciato una mozione che: "Avrebbe allentato il disagio sociale dovuto alla pressione fiscale"



PONTEDERA — La definiscono un'occasione sprecata e si riferiscono alla mozione presentata in Consiglio comunale (e bocciata dalla maggioranza) per il Baratto amministrativo, cioè la possibilità per un cittadino moroso di barattare con l'Amministrazione il pagamento delle imposte comunali con lavori di pubblico interesse.

Il Movimento 5 stelle nell'ultima seduta di martedì 29 settembre ha presentato la mozione (“il baratto amministrativo è una Legge dello Stato già in vigore, precisamente viene previsto all'articolo 24 della Legge 164 dell'11 Novembre 2014, lo Sblocca Italia del governo Renzi”) che è stata bocciata dalla maggioranza.

Questi i vantaggi che avrebbe avuto, secondo gli esponenti del Movimento:

  1. Si sarebbe dato un pochino di respiro economico alle persone in difficoltà, troppo spesso abbandonate dalle istituzioni, nel pagamento delle imposte comunali (IMU, TARI, TASI) e uno sgravio dalla presenza di Equitalia
  2. Avrebbe dato al Comune la possibilità di diminuire drasticamente le imposte non riscosse e i contenziosi
  3. Si sarebbero rimpinguate le risorse per la gestione del verde pubblico praticamente a costo zero
  4. Si sarebbe nuovamente valorizzato la persona consentendo a cittadini senza lavoro o difficoltà economiche di sentirsi nuovamente utili svolgendo alcune attività per la propria città

“E' stata, invece approvata – proseguono -una mozione a firma Pd/Arancioni per Pontedera nella quale si esortava il Sindaco e la Giunta a proseguire nel percorso di questi progetti:

  • Io Adotto: è rivolto ai cittadini o aziende che vogliano adottare uno spazio verde in cambio di una riduzione della TARI (se, per esempio, non riesco a pagare l'IMU o la TASI?) e di uno spazio pubblicitario.
  • Io Partecipo: rivolto ai cittadini che in modo volontario possono partecipare a iniziative nei quartieri e frazioni dove abitano usufruendo anche di una copertura assicurativa a carico del Comune.
  • Progetto Restituzione: in collaborazione con la Cooperativa Sociale Ponteverde per l'inserimento lavorativo accessorio e occasionale di persone con svantaggi sociali.

Niente o quasi contro il disagio sociale dovuto alla pressione fiscale. Questo semplice provvedimento insieme all’approvazione, a livello nazionale, del nostro disegno di legge sul reddito di cittadinanza, avrebbe potuto in qualche modo provare a risolvere le molte situazioni di emergenza economica in cui molti nostri concittadini vengono a trovarsi, perché riteniamo insufficienti e inadeguate ad affrontare i disagi degli stessi, le politiche sociali portate avanti fino ad ora dall’amministrazione comunale” concludono.



Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca