QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità venerdì 25 luglio 2014 ore 14:20

Le visite mediche le paga il Comune

Corrado Guidi, Evy Cigni e Veronica Stelitano

"Buono Salute" è il nuovo sistema messo in campo dall'amministrazione per aiutare chi ha un reddito inferiore a 15mila euro



BIENTINA — Il Comune diventa cassa mutua e paga ai residenti visite mediche, analisi del sangue ed esami diagnostici. L'idea è del comune di Bientina che ha deciso di aiutare così i cittadini che hanno un reddito inferiore a 15mila euro. Da oggi infatti, i residenti con un Isee di questo tipo potranno usufruire del Buono Salute, un sistema che permetterà loro di effettuare visite specialistiche in strutture private autorizzate con un contributo sulle spese fino a cento euro a carico delle casse comunali.

“E' un sistema innovativo e per ora limitato ai residenti del comune – spiega il sindaco Corrado Guidi - i cittadini potranno richiedere i Buoni Salute all'ufficio sociale. Presentando la richiesta del medico curante e l'Isee aggiornato avranno diritto a delle riduzioni sulla prestazione da un minimo del 20% fino al 65%. Ad esempio chi ha un reddito inferiore a cinquemila euro e deve sostenere una visita che costa cento euro ne pagherà soltanto 35, il resto verrà coperto dal Buono Salute”.

I costi per la realizzazione del progetto vengono dal bilancio comunale: “Credo che quando aumentano le tasse debbono aumentare anche i servizi, così – racconta Guidi – abbiamo aperto una voce di bilancio sui Buoni Salute di circa quattromila euro, ma il fondo sarà aperto tutto l'anno e non andrà ad esaurimento”.

Il Comune può erogare al massimo 400 euro per ogni nucleo familiare e cento euro a persona. Ogni persona può richiedere fino a due prestazioni agevolate dal Buono Salute. “In tempi come questi abbiamo pensato che molte persone trascurano la propria salute perché ci sono troppe spese – dice il primo cittadino  – con questo servizio vogliamo dare la possibilità a tutti di avere dei controlli di base a prezzi accessibili”.

Gli uffici che hanno lavorato insieme a Guidi e all'assessore Dario Carmassi sono l'ufficio sociale e quello di affari legali: “Ringrazio Evy Cigni e Veronica Stilitano per il lavoro di questi mesi e i centri medici di Bientina – prosegue - hanno accettato la nostra proposta e si sono impegnati per garantire da subito uno sconto del 25% su tutte le prestazioni, garantendo che verranno fatte entro 48 ore”.

I quattro centri medici coinvolti nel progetto sono quelli che hanno sede a Bientina ma Guidi lascia aperta una porta anche per strutture fuori dal territorio comunale.

L'idea del Buono Salute è nata circa un anno fa, in accordo anche con il direttore dell'Usl di Pisa Rocco Damone, per offrire una possibilità in più in materia di assistenza sanitaria.



Otto e mezzo, Santori contro Sallusti: "Ha gli occhi foderati di prosciutto"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Cultura

Lavoro