Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA17°28°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
AstraZeneca, Draghi: «Cordoglio per morte Camilla, complicato ricostruire responsabilità»

Cronaca sabato 06 dicembre 2014 ore 13:30

In manette banda delle rapine in banca

I malviventi misero a segno colpi anche in istituti di credito a Vicopisano, Cascine di Buti e Santa Maria a Monte fra il 2012 e il 2013



PISA — Prime condanne per la banda di rapinatori di banche che fra il 2012 e il 2013 ha colpito anche istituti di credito a Santa Maria a Monte, Vicopisano e Cascine di Buti, riuscendo a portar via in totale oltre 40mila euro.

Dopo gli arresti in flagranza di reato e l’esecuzione di provvedimenti di cattura emessi dalle autrità giudiziarie di Pisa e Livorno, sono arrivate anche le prime condanne nell’indagine “Cutter”, dirette dai pm Antonio Giaconi e Sisto Restuccia e condotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Pisa che hanno fatto piena luce su numerose rapine commesse nel biennio 2012-2013 nelle province di Pisa, Lucca e Firenze da una banda di malviventi capeggiata da un 41enne di Ponte Buggianese e un 51enne catanese residente in Montecatini Terme.

I due furono bloccati nel maggio 2013 a Pisa, dopo la fuga in seguito a una rapina oltre 22mila euro in una filiale della Cassa di Risparmio di Volterra a San Vincenzo. Da lì partirono le indagini delle autorità giudiziarie, con analisi di filmati, perquisizioni, pedinamenti, videoriprese, riscontri, sequestri e intercettazioni.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Livorno, per l’evento criminoso di San Vincenzo, ha ora condannato per rapina aggravata e sequestro di persona entrambi i ladri, infliggendo al 41enne la pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione e 2000 euro di multa, mentre al 51enne 4 anni e 8 mesi più 3800 euro di multa. I due sono stati condannati anche al pagamento delle spese processuali e quelle per il mantenimento in carcere.

Nei giorni scorsi la Procura di Pisa ha chiuso le indagini e fatto notificare l’avviso di conclusione ai quattro indagati: i due malviventi tuttora detenuti, un altro 37enne di Pistoia e una donna di 32 anni di Ponte Buggianese, entrambi complici. Presto seguirà la richiesta di rinvio a giudizio.

Fra il 2012 e il 2013 al gruppo vengono contestate a vario titolo rapine o tentate rapine anche a Capannori, Sesto Fiorentino, San Giuliano Terme, Ponte a Egola, Lucca, Firenze.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Traffico intenso sin dalle prime ore del mattino in direzione mare. Un incidente paralizza l'arteria poco dopo lo svincolo di Santa Croce
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Valentina Bani

Giovedì 10 Giugno 2021
Onoranze funebri
PUBBLICA ASSISTENZA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS