Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA20°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Beppe Sala, le minacce la pazienza e l'incoscienza

Cronaca sabato 06 dicembre 2014 ore 13:30

In manette banda delle rapine in banca

I malviventi misero a segno colpi anche in istituti di credito a Vicopisano, Cascine di Buti e Santa Maria a Monte fra il 2012 e il 2013



PISA — Prime condanne per la banda di rapinatori di banche che fra il 2012 e il 2013 ha colpito anche istituti di credito a Santa Maria a Monte, Vicopisano e Cascine di Buti, riuscendo a portar via in totale oltre 40mila euro.

Dopo gli arresti in flagranza di reato e l’esecuzione di provvedimenti di cattura emessi dalle autrità giudiziarie di Pisa e Livorno, sono arrivate anche le prime condanne nell’indagine “Cutter”, dirette dai pm Antonio Giaconi e Sisto Restuccia e condotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Pisa che hanno fatto piena luce su numerose rapine commesse nel biennio 2012-2013 nelle province di Pisa, Lucca e Firenze da una banda di malviventi capeggiata da un 41enne di Ponte Buggianese e un 51enne catanese residente in Montecatini Terme.

I due furono bloccati nel maggio 2013 a Pisa, dopo la fuga in seguito a una rapina oltre 22mila euro in una filiale della Cassa di Risparmio di Volterra a San Vincenzo. Da lì partirono le indagini delle autorità giudiziarie, con analisi di filmati, perquisizioni, pedinamenti, videoriprese, riscontri, sequestri e intercettazioni.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Livorno, per l’evento criminoso di San Vincenzo, ha ora condannato per rapina aggravata e sequestro di persona entrambi i ladri, infliggendo al 41enne la pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione e 2000 euro di multa, mentre al 51enne 4 anni e 8 mesi più 3800 euro di multa. I due sono stati condannati anche al pagamento delle spese processuali e quelle per il mantenimento in carcere.

Nei giorni scorsi la Procura di Pisa ha chiuso le indagini e fatto notificare l’avviso di conclusione ai quattro indagati: i due malviventi tuttora detenuti, un altro 37enne di Pistoia e una donna di 32 anni di Ponte Buggianese, entrambi complici. Presto seguirà la richiesta di rinvio a giudizio.

Fra il 2012 e il 2013 al gruppo vengono contestate a vario titolo rapine o tentate rapine anche a Capannori, Sesto Fiorentino, San Giuliano Terme, Ponte a Egola, Lucca, Firenze.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 9 i nuovi contagi accertati nelle ultime ore sul territorio della Valdera. I casi sono stati registrati in 4 comuni della zona
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Prof. Antonio Grasso

Mercoledì 27 Ottobre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Lavoro

STOP DEGRADO