QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°29° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 17 giugno 2019

Attualità martedì 16 dicembre 2014 ore 16:10

​La macchina della Protezione Civile si esercita

Simulazioni, prove, coordinamento e nuovi mezzi per l’annuale Esercitazione Valdera che mette alla prova Comuni e associazioni in momenti di emergenza



PONSACCO — Informare e preparare, per prevenire e migliorare. Questi gli intenti della due giorni dell’Esercitazione Valdera 2014, l’ormai tradizionale appuntamento di Comuni e associazioni di volontariato di zona per verificare le procedure del piano di protezione civile da attivare durante le allerte meteo o in fasi operative come gli eventi alluvionali del gennaio scorso.

L’esercitazione, che si è svolta il 12 e 13 dicembre, si tiene ogni anno dal 2005 e anche stavolta ha avuto sia momenti formativi rivolti ai membri di sale operative e segreterie, sia attività di divulgazione alla popolazione delle norme di autoprotezione.

In particolare, venerdì scorso è stata simulata un’allerta meteo con la verifica della ricezione, le prove radio tra i Comuni dell’Unione, la messa in allerta delle associazioni di volontariato e la verifica dell’operatività di materiali, mezzi e personale di Comuni e associazioni. Sabato mattina, invece, è stato simulato un evento di piena sui fiumi Cascina ed Era con le conseguenti attività di prevenzione e presidio territoriale da parte della sala operativa intercomunale nella quale erano presenti il sindaco di Ponsacco Francesca Brogi delegato per l’Unione alla protezione civile, il sindaco di Palaia Marco Gherardini, il vicesindaco di Calcinaia Roberto Gonnelli, il personale dei Comuni, dell’Unione Valdera e delle associazioni di volontariato. Erano inoltre presenti funzionari della Regione Toscana e della Provincia di Pisa, del Consorzio di Bonifica Valdarno Inferiore e dei Vigili del Fuoco.

Sono state poi testate alcune attività sul campo come l’attività di controllo visivo delle arginature e dei punti di monitoraggio e controllo dei corsi d'acqua principali ed eseguite prove in vari punti sensibili del territorio, oggetto di ricorrenti criticità idrauliche e fonte di pericolo per la popolazione. In questo contesto sono stati sperimentati dei sistemi di radio-localizzazione delle squadre e di video sorveglianza (webcam) che permettono alla sala operativa di seguire le attività sul campo in tempo reale nello scenario emergenziale.

L’attività addestrativa ha visto anche la cooperazione dei vigili del fuoco volontari con le associazioni di volontariato nell’utilizzo di motopompe, punti luce e tende pneumatiche.

Infine è stato sperimentato l’uso di un drone professionale per le attività di controllo del territorio e rilievo delle modifiche morfologiche degli alvei in seguito a eventi alluvionali.

In alcune piazze di Ponsacco, Calcinaia, Casciana Terme Lari e Palaia sono stati distribuiti ai cittadini depliant informativi sulle norme di auto-protezione.

Alle giornate hanno partecipato circa 50 volontari di associazioni come Vab Ponsacco, Pubblica Assistenza Ponsacco, Misericordia Peccioli, Cri Casciana Terme, Cri Fauglia, Ari, Gruppo Volontari Intercomunale, Vigili del Fuoco Volontari di Ponsacco e Lari.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Politica

Politica