QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°15° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 22 novembre 2019

Cronaca domenica 26 maggio 2019 ore 10:44

Mistero Erik, slitta il ritorno della salma

Erik Sanfilippo, foto da Instagram
Erik Sanfilippo, foto da Instagram

Gli esami sul cadavere del giovane montopolese sono decisivi per capire le cause di morte. La polizia si è presa 60 giorni di tempo



LONDRA — I primi risultati sulla salma di Erik Sanfilippo si sono rivelati inconcludenti, la polizia attende ulteriori test. Scotland Yard si è data sessanta giorni di tempo per fornire i responsi definitivi.

Questo significherebbe che la salma del giovane montopolese potrebbe tornare in Italia a metà luglio. Tuttavia si è appreso che la polizia possa riuscire a concludere le analisi entro la prima metà giugno.

Il corpo di Sanfilippo non potrà essere portato in Italia fino al termine dei test.

Il cadavere del 23enne è stato trovato in un cassonetto a Tollington Road, nel quartiere di Islington, a 650 metri dallo stadio dell'Arsenal. Sanfilippo si era trasferito in Inghilterra da qualche tempo e lavorava in un ristorante a Camden Town. La distanza tra il luogo di lavoro e dove è stato ritrovato il cadavere è di circa tre chilometri

Per la morte del giovane è stato arrestato Gerardo Rossi, 52 anni, di Avellino. L'uomo è sospettato di occultamento di cadavere e non di omicidio. Potrebbe essere stato lui a mettere il corpo di Sanfilippo nel cassonetto e poi abbandonare il tutto in un giardino di una casa disabitata, a trenta metri dalla sua abitazione.

Rossi deve comparire in tribunale il 14 giugno per spiegare la sua posizione. Il 52enne vive a Londra da molti anni. Come hanno raccontato alcuni cittadini del quartiere di Islington, vive di espedienti, fa l'elemosina fuori dai supermercati e avrebbe avuto dei trascorsi come spacciatore di droga.

Il Camden New Journal ha riportato le parole di Andy Hull, consigliere di gabinetto a Islington: "Le indagini mediche e di polizia sono in corso. Non posso dire molto della morte di questo povero uomo. Quello che posso dire è che è molto triste che qualcuno debba scaricare il cadavere di un altro essere umano in un bidone della spazzatura ".



Tag

Mes, Di Maio: «Nessuno scontro con Conte»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità