comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:PONTEDERA13°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 25 ottobre 2020
corriere tv
Cervinia, la funivia presa d'assalto nonostante il Covid: polemiche sui social

Attualità domenica 27 luglio 2014 ore 10:05

Lunperlaltro, la solidarietà che funziona

Corrado Guidi
Corrado Guidi

La rete creata dal Comune di Bientina per distribuire i pacchi alimentari, oggi aiuta circa venti famiglie in difficoltà



BIENTINA — Una vera e propri rete locale che prepara e consegna pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà. Si chiama Lunperlaltro, è coordinata dall'amministrazione comunale di Bientina, ma è anche frutto della sinergia di diverse associazioni e privati cittadini. "E' una rete che funziona molto bene - ha detto il sindaco Corrado Guidi - e il sostegno che ci viene dato dalle associazioni e dai cittadini è incredibile. Al momento aiutiamo ben venti famiglie”.

“L'idea di organizzare la distribuzione dei pacchi alimentari – ha spiegato il primo cittadino  – mi venne due anni fa. Sapevo che se ne occupava già la parrocchia di Santa Maria Assunta, ma pensai che aiutare chi ha bisogno fosse compito del Comune”.

Ad oggi, sono circa venti le famiglie che a Bientina usufruiscono dei pacchi alimentari preparati dalla grande associazione: “La consegna - ha precisato Guidi - avviene due volte a settimana e i pacchi vengono tarati sui bisogni dell'individuo o della famiglia”.

L'aiuto di Lunperlaltro, però, non si limita solo al cibo: “Dopo il primo pacco alimentare ricevuto - ha spiegato il sindaco - si deve andare all'ufficio sociale in municipio per un'iscrizione, ma soprattutto per il colloquio con gli operatori. Lì si cerca di capire se il richiedente ha altre necessità, se riesce a pagare l'affitto, se i figli hanno l'esenzione per la mensa”. Esiste anche uno spazio per il progetto, in via caduti di Piavola e i pacchi vengono consegnati anche con l'aiuto del furgone degli scout.

Un sistema giovane, quindi, ma già ben rodato: “In questi anni - ha concluso Guidi - la partecipazione della gente comune e delle associazioni è andata al di là di ogni aspettativa. Ad aiutarci in quest'opera, oltre alla Parrocchia Santa Maria Assunta, ci sono molti cittadini e associazioni come gli scout, Arci, Movimento Shalom, Amici di Niccolò, Caritas, Banco Alimentare, Protezione Civile e Orizzonti di studio”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Sport

Sport