QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 16 novembre 2019

Attualità lunedì 22 giugno 2015 ore 16:30

Mattolini: "Io sto con l'anonima"

Il Consigliere di Forza Italia: "Gesto di profondo disagio, sindaco e assessore arroganti, avere un giardino è diventato un lusso, così non va"



PONSACCO — Una protesta che incontra l'appoggio del Consigliere di Forza Italia. “Io sto con l'anonima che in segno di protesta ha lasciato un sacco di immondizia sulla porta di ingresso del Comune”. A parlare è Leonardo Mattolini, che siede in Consiglio per rappresentare Fi.

Secondo Mattolini: “Il gesto definito sia dal sindaco che dall’assessore all’ambiente plateale ed irrispettoso nei confronti dei cittadini di Ponsacco è da inquadrare invece in un più profondo disagio che la cittadinanza soffre a causa di una inadeguata gestione della raccolta dei rifiuti.

L'esponente di minoranza critica sia l'amministrazione che il gestore del servizio: “Sembra che invece di difendere le esigenze dei cittadini la giunta non faccia altro che assecondare gli interessi e i comodi di un’azienda che invece sarebbe chiamata a fornire un servizio. Nel tempo gli oneri a carico della cittadinanza sono cresciuti a fronte di tariffe sempre più alte”.

Ma il problema per Mattolini sta per aumentare: “Se fino a questi momento la raccolta differenziata a giorni prestabiliti è stato motivo di lieve disagio per la comunità qui siamo di fronte ad un fatto di tutt’altra natura: non stiamo parlando di un disservizio ma di una cessazione di servizio in quanto dal 1 Luglio non vengono più ritirati gli sfalci verdi e i cittadini si vedono costretti a recarsi personalmente all’isola ecologica dove possono conferire i rifiuti. Avere un giardino è quindi diventato un lusso che solo chi possiede un mezzo di trasporto può sostenere”.

Il Consigliere conclude l'intervento criticando l'arroganza della giunta e il mancato ascolto delle proposte che arrivano dai banchi dell'opposizione: “L’atteggiamento intimidatorio del Sindaco e dell’ Assessore i quali annunciano multe e vessazioni è solo indice di una irritante arroganza amministrativa chiaro segno di incapacità a risolvere i problemi più elementari della comunità. E’ giunto il tempo di riflettere, come spesso abbiamo sollecitato dai banchi dell’opposizione, sull’erogazione dei servizi delle aziende partecipate che troppo spesso vengono assecondate a svantaggio del popolo. Le idee e le proposte dell’opposizione non sono mai state prese in considerazione in una logica di governo settaria e assolutista che come unico rimedio prevede una condotta repressiva con multe e guardie ambientai in prefetto stile polpottiano”.



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport