Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:PONTEDERA18°28°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tamberi e Jacobs i piedi sulla sedia, l'emozionante discorso ai compagni

Cronaca martedì 22 luglio 2014 ore 13:22

Nubifragio, commercianti in ginocchio per i danni

La profumeria Okkasio in via Saffi

Commercianti ed esercenti impegnati a fare la conta dei danni dopo gli allagamenti i danni sono ingenti. "Dalle fogne sono tornati su i liquami"



PONTEDERA — A poche ore dal nubifragio che ha colpito la Valdera commercianti e cittadini del centro e della periferia di Pontedera fanno la conta dei danni tra negozi chiusi, fogne da cui tornano a galla i liquami, prodotti da buttare e arredi danneggiati dall'acqua si parla di migliaia e migliaia di euro di danni.

C'è chi oggi non riuscirà neanche ad aprire come il supermercato Eurospin in via Tosco Romagnola e Okkasio il negozio di profumi in via Saffi, negozio di profumi: “Siamo tutt'ora allagati – spiega Luvi Pettinelli – è la terza volta in un anno, dobbiamo buttare via centinaia di prodotti, i contenitore in cartone si sono afflosciati e molti liquidi sono sparsi sul pavimento, per non parlare delle scatole in magazzino, lì c'è ancora un lago. E' una situazione indecente”. Oppure chi ha impiegato tutti i dipendenti per togliere i segni del passaggio dell'acqua: “Siamo riusciti ad aprire alle 12 – dice Federica di Marionnouad su corso Matteotti – oltre all'acqua che arrivava da fuori c'erano le fogne che non trattenevano e sono tornati su anche i liquami. Stamani la situazione era drammatica e ancora si sente il puzzo”.

Tra via Primo Maggio, via Saffi e corso Matteotti sono molti i negozianti che stamattina sono accorsi ancora prima dell'orario di apertura, allertati dai cittadini che hanno visto in diretta il violento acquazzone: “Abbiamo trovato una situazione disastrosa – raccontano Sara e Veronica di Pretty store in via Primo Maggio – il fondo era allagato e nel magazzino le scatole di cartone sono impregnate d'acqua, in più avendo il parquet stiamo già assistendo ad un rigonfiamento dei pavimenti”. Via Primo Maggio è percorsa da molte auto e queste hanno creato un ulteriore problema: “Transitando sulla strada le macchine – spiega Marusca di Easy – hanno creato delle onde che si infrangevano contro le vetrine, facendo filtrare ulteriore acqua”.

Anche Graziano Gabbani dell'omonima oreficeria parla del disagio: “Abbiamo le vetrine in legno e si sono impregnate d'acqua, in più un tappeto da 1500 euro appena comprato è già tutto scolorito e da buttare”.

I disagi non riguardano esclusivamente i commercianti, un condominio di via Saffi è da molte ore senza acqua e i tecnici stanno intervenendo per cercare di ripristinare il servizio al più presto.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuove positività in 6 comuni del territorio. Non si registrano nuovi decessi collegabili al virus. In Toscana i nuovi positivi sono 702
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Roberta Bianucci Ved. Maestrini

Domenica 01 Agosto 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

STOP DEGRADO

Cronaca