Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:17 METEO:PONTEDERA11°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Aliseo, «I libici hanno sparato sul peschereccio per uccidere»

Cronaca mercoledì 18 novembre 2020 ore 12:57

Furbetti dei rifiuti, in due mesi 150 multe

Cassonetti tenuti d'occhio con telecamere nascoste

Telecamere nascoste per pizzicare chi porta i sacchetti da altro Comune o scarica ingombranti. Circa 300 gli accertamenti della Polizia Municipale



PECCIOLI — Continua senza sosta il lavoro della Polizia Locale Altavaldera contro l’abbandono dei rifiuti sul proprio territorio. In soli due mesi, dal 15 settembre al 15 novembre, sono stati circa 300 gli accertamenti complessivi per abbandono illecito dei rifiuti registrati principalmente nel territorio comunale di Peccioli e in minima parte anche a Lajatico e Terricciola.

Il 95 per cento degli accertamenti effettuati sono stati rilevati con l’utilizzo delle telecamere mobili con le quali gli agenti della Polizia Locale, in collaborazione con l’ispettore ambientale, monitorano le aree strategiche dove sono collocati quei cassonetti più utilizzati dai cittadini residenti che magari vogliono disfarsi di rifiuti ingombranti oppure dai cittadini residenti nei Comuni limitrofi che, non volendone sapere della raccolta porta a porta effettuata nei propri territori, smaltiscono i loro rifiuti nei cassonetti dell’Alta Valdera.

Degli accertamenti effettuati sono stati 150 i verbali amministrativi già elevati e 32 ancora in fase di istruttoria e riguardano illeciti derivanti dal conferimento fuori dai cassonetti da parte di residenti sia dal conferimento da persone non residenti e pertanto non soggetti passivi alla tassa rifiuti (Tari).

Le multe vanno o da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.In genere le persone sanzionate scelgono di pagare in misura ridotta, 50 e 167 euro le tariffe applicate di solito.

Dati rilevanti, frutto di un’attività di monitoraggio attenta e puntigliosa che, come detto, vede gli agenti della Polizia Locale e i suoi collaboratori impegnati quotidianamente soprattutto nelle zone più lontane dai centri abitati e quindi meno soggette al pattugliamento ordinario e pertanto più predisposte all’abbandono dei rifiuti.

Le Amministrazioni Comunali dell’Unione Parco Altavaldera invitano la cittadinanza a rispettare i corretti comportamenti e, in caso di necessità, a segnalare tempestivamente ai competenti uffici della Polizia Locale le violazioni e qualunque comportamento non conforme alla normativa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, mentre la Toscana va verso la terza settimana consecutiva di zona gialla ci sono alcuni territori ancora a rischio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cultura

Attualità

Sport