Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PONTEDERA11°12°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I pompieri guidano attraverso un muro di fiamme in Texas per portare soccorso

Attualità martedì 20 dicembre 2022 ore 10:05

Il 2023 del borgo è a New York

L'ingresso del New York Institute of Technology
Foto di: Foto Facebook

Il prossimo anno Peccioli sarà esposta nella Grande Mela: la mostra internazionale che avrà come protagonista il borgo sarà un tributo alla resilienza



PECCIOLI — La Biennale di Venezia non sarà l'ultimo, grande traguardo di Peccioli. Il borgo, infatti, nel 2023, sarà nuovamente protagonista di un'esposizione internazionale. Che, stavolta, si terrà a New York.

Dopo la visita istituzionale da parte di una delegazione pecciolese guidata dal sindaco Renzo Macelloni, Peccioli sarà infatti al centro di un progetto espositivo che sbarcherà proprio a New York, mentre il Sistema Peccioli sta già lavorando per organizzare la presenza di un folto gruppo di cittadini proprio nella città statunitense.

L'iniziativa riguarderà vari ambiti: dalla cultura alla mobilità, dal sociale alle infrastrutture, tornando a mettere al centro l'importanza di essere comunità resiliente. Proprio a Peccioli, infatti, si è tenuta a Novembre 2019 la prima Conferenza internazionale delle comunità resilienti, con la collaborazione di UN Habitat, il programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani, da cui è nata la Carta di Peccioli, poi presentata alla Biennale veneziana.

Da sinistra: Melis, Perbellini, Macelloni e Panizzi a Peccioli

Proprio a partire da questo documento, sono stati sottoscritti accordi con l’Università di Pisa, la University of Portsmouth nel Regno Unito e il New York Institute of Technology, per fondare a Peccioli un centro di ricerca sulla resilienza.

Proprio con New York è nata subito un'intesa: prima, con la visita a Peccioli del direttore dell'Istituto italiano di cultura nella metropoli americana, Fabio Finotti; quindi, con l'invito esteso al sindaco Macelloni di fare altrettanto negli Stati Uniti, dove tra Ottobre e Novembre il primo cittadino ha incontrato Antonino Laspina, direttore esecutivo della Italian Trade Commission di New York, Giovanni Pellerito della società di comunicazione GP Communications, Maria Perbellini, preside della School of Architecture and Design del New York Institute of Technology; e, infine, Mariangela Zappia, ambasciatrice italiana a Washington DC.

Dagli incontri è emersa la possibilità di realizzare una serie di iniziative per esporre Peccioli a New York, in particolare attraverso una mostra che sfrutterebbe i locali e la facciata della sede dell’Istituto italiano di cultura sulla nota e centralissima Park Avenue. I dettagli, però, saranno resi noti a inizio 2023.

Macelloni e Perbellini a New York

Un'opportunità che, in vista di Valdera 2025, la candidatura di Peccioli insieme ad altri Comuni della Valdera come Capitale italiana della cultura, è un ulteriore passo in avanti nel percorso, che il Sistema Peccioli intende proseguire e rafforzare con una serie di iniziative volte a consolidare e incrementare questo patrimonio di visibilità e appetibilità del territorio, a livello locale, nazionale e internazionale.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Necessario il trattamento per studenti e personale scolastico del plesso di via delle Querce. L'alunno risultato positivo sta bene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità