QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°11° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 19 novembre 2019

Attualità lunedì 10 luglio 2017 ore 15:20

"La Tari aumenta? Tutto falso"

Il sindaco Renzo Macelloni smentisce le voci di un presunto aumento della tassa sui rifiuti. "Questa affermazione risulta totalmente inesatta"



PECCIOLI  — "Su una cosa sono d'accordo con Castagni Fabbri: a Peccioli le cose accadono in maniera irregolare e la dimostrazione lampante di ciò sono appunto le polemiche messe in circolo dalla sua lista sul presunto aumento della Tari, chiaramente strumentali e irregolari. Tant’è vero che gli stessi identici provvedimenti, adottati in altri Comuni, non sollevano polemiche da parte delle opposizioni, a Peccioli invece sì, vediamo perché questa volta in ballo ci sarebbe l'aumento della tassa sui rifiuti".

Il sindaco di Peccioli Renzo Macelloni non usa mezze misure per smentire le accuse dell'opposizione e restituire al mittente, bollando come falsa, ogni accusa: "Innanzitutto va detto che questa affermazione risulta totalmente inesatta - scrive Macelloni - Basti pensare che la spesa per lo smaltimento e trattamento dei rifiuti è identica a quella dell'anno passato ed è inferiore a quella dell'anno precedente, quindi nessun aumento della Tari in assoluto".

"Quello che invece c'è di nuovo - aggiunge il sindaco - sono le disposizioni introdotte dalla legge nazionale che impone a tutti Comuni il principio di una redistribuzione delle tariffe. Fino ad oggi, infatti, la tariffa era calcolata sui metri quadrati dell’abitazione. Oggi, invece, le nuove disposizioni mettono in rapporto la superficie dell’abitazione con i componenti del nucleo familiare che pertanto vanno ad incidere in maniera importante sull’imposta".

"Quindi - riassume Macelloni - abbiamo la particolare situazione, che ripeto è stata introdotta con disposizioni nazionali, che chi abita in 60 metri quadri in quattro persone oggi ha un aumento, mentre per esempio una sola persona che vive sola in una casa di 200 metri quadri ha una netta diminuzione. Il concetto secondo il quale chi più produce rifiuto più paga risulta senza dubbio socialmente iniquo per le fasce più deboli".

"Dobbiamo anche aggiungere che se tali disposizioni fossero applicate in maniera ancora più radicale l'affermazione secondo la quale chi produce il rifiuto paga, creerebbe una sproporzione ancora più forte; paradossalmente è proprio quello che, polemizzando, chiede la lista civica di Castagni Fabbri.
Quindi ci si lamenta per l'aumento di tariffe verso alcune categorie ma tacciamo sulla diminuzione in uguale misura per altre; ma se applicassimo quello che la lista Un Comune per Tutti sostiene, questo squilibrio sarebbe decisamente superiore".

"Ecco le stranezze delle polemiche di Peccioli - conclude il sindaco - è mancata coerenza o incapacità di comprendere i problemi?"



Tag

Caso Cucchi, Gabrielli: «Chi ha offeso dovrebbe chiedere scusa»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Attualità