QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 6° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 12 dicembre 2019

Politica sabato 06 maggio 2017 ore 10:20

Riqualificazione della piazza, il progetto si farà

Piazza in via Vittorio Veneto

Il sindaco Macelloni ha scritto una lettera ai cittadini di Fabbrica per spiegare la prosecuzione dell'idea. Il comitato contrario raccoglie firme



PECCIOLI — Il progetto della piazza di Fabbrica prosegue il suo iter. Ad annunciarlo, mentre un comitato di cittadini contrari all'idea di riqualificazione continua a raccogliere firme, è il sindaco Renzo Macelloni che ha scritto e inviato ai residenti della frazione una lettera in cui spiega il perché porterà avanti l'operazione di restyling firmato dall'architetto Mario Cucinella, allievo di Renzo Piano.

Ecco di seguito la lettera (in forma integrale) inviata dal sindaco a tutte le famiglie di Fabbrica:

Caro concittadino,

con la presente ho il piacere di rivolgere a lei e alla sua famiglia alcune considerazioni sull’intervento di riqualificazione urbanistica della piazza di Fabbrica che l’Amministrazione Comunale, con deliberazione di Giunta n. 48 del 30.11.2016, ha inserito nel piano delle opere pubbliche da realizzare.

L’intento, attraverso la riqualificazione della piazza che prevede anche la copertura, è quello di creare e favorire l’aggregazione attraverso manifestazioni, incontri di ogni tipo che durante l’anno si realizzano nel centro cittadino, nonché un punto di attrazione turistica che va ad aggiungersi all’intervento della Cappella di San Rocco.

Per avere la certezza che il progetto fosse della massima qualità, a conferma della considerazione e dell’interesse che abbiamo per la stessa frazione di Fabbrica, ci siamo rivolti ad un grande architetto italiano di fama internazionale come Mario Cucinella, che fra l’altro, così come annunciato dal Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, sarà il curatore del Padiglione Italia alla 16a Mostra Internazionale dell’Architettura di Venezia del 2018.

Il 12 dicembre 2016 su iniziativa della Giunta si è tenuta a Fabbrica un’assemblea all’interno della quale è stato presentato anche l’intervento sulla piazza. In seguito alcuni cittadini, da quanto finora abbiamo appreso dalla stampa locale, evidentemente contrari alla realizzazione, si sono fatti promotori di un’iniziativa finalizzata a fermare l’intervento attraverso la raccolta di firme tra gli abitanti della frazione, andando porta a porta ed entrando casa per casa.

Non sappiamo ad oggi cosa stia producendo questa attività, ma nel contempo ha suscitato la sensibilità dell’assessore Anna Dainelli abitante nella frazione di Ghizzano, che sicura del fatto che un intervento di questa portata indiscutibilmente produca un miglioramento –al contrario in questo caso finisce per alimentare polemiche incomprensibili– suggerisce la possibilità che quest’intervento, per evitare polemiche, possa essere realizzato nella frazione di Ghizzano dove peraltro troverebbe un’ottima accoglienza.

La Giunta Comunale ha trattato la proposta dell’assessore Dainelli e dopo un’articolata discussione, che ha valutato tutte le variabili in merito all’opera da realizzare, per prima cosa ha ringraziato Anna Dainelli per avere sollecitato un confronto così importante e al tempo stesso si è convenuto tutti insieme su alcune considerazioni di merito e di metodo qui di seguito riportate:

Di merito:
L’intervento fa parte di un progetto generale che vede interessato tutto il territorio comunale e sarebbe sicuramente sbagliato tenere fuori una realtà così importante come è il paese di Fabbrica

esclusivamente per la contrarietà di chi fa dell’opposizione il suo unico obiettivo. Siamo convinti che una volta placate le voci che urlano più forti, in tanti ci accuserebbero di essere venuti meno al nostro dovere di assumerci le decisioni che ci competono non esercitando la dovuta funzione di governo, privando così Fabbrica di un’intervento molto importante. Responsabilità che certo non vorremmo assumerci.

Di metodo:
La democrazia ha i suoi tempi e i suoi modi per far sentire la propria voce senza ambiguità e con grande trasparenza. La raccolta di firme, così come annunciato da tempo sulla stampa, ma mai pervenute in Comune, anche quando ci fossero e magari anche un numero rilevante andando a bussare di porta in porta, esercitando una indubbia pressione morale, questa modalità non ha nulla a che vedere con l’espressione democratica compiuta di una comunità.

Confortati anche dal fatto che durante l’assemblea del 12 dicembre u.s. abbiamo sì registrato interventi ostinati e contrari alla realizzazione del progetto, ma abbiamo anche potuto constatare apprezzamenti e condivisione, crediamo che procedere nella strada intrapresa sia la cosa più giusta da fare e pertanto prossimamente approveremo il progetto esecutivo dando il via al percorso burocratico per l’effettuazione della gara per l’assegnazione dei lavori.

Sarà nostra cura fare una proposta precisa sulla nuova collocazione del monumento del Milite Ignoto, che sarà sicuramente confermato nel centro del paese (la sistemazione che pensiamo più adeguata è al centro della rotatoria davanti al centro polivalente) con una adeguata sistemazione nel rispetto di ciò che rappresenta storicamente e ancora oggi nell’immaginario di tante persone.

Riteniamo opportuno, con l’occasione, segnalare alcune iniziative di interesse generale e della massima importanza:

- AMPLIAMENTO DISTRETTO SOCIO SANITARIO LA ROSA, grazie all’iniziativa e al contributo del Comune di Peccioli il distretto sanitario La Rosa non sarà ridimensionato come molto spesso paventato, ma verrà ampliato con conseguente mantenimento dei servizi attuali e l’aggiunta di nuove attività.

- ISTITUZIONE DEL DIVIDENDO SOCIALE, partendo dal disagio sociale di tante famiglie anche nel nostro territorio, in seguito all’approvazione del bilancio di previsione nel 2017 l’Amministrazione Comunale ha inserito una voce di bilancio per questa attività di € 500.000 da distribuire attraverso bando pubblico alle 100 famiglie del nostro Comune che hanno il reddito più basso in assoluto.

- TELERISCALDAMENTO, a seguito dell’assemblea del 12 dicembre u.s. abbiamo parlato della volontà di procedere alla realizzazione di un impianto di teleriscaldamento a Fabbrica. A breve sarà convocato un nuovo incontro per entrare nello specifico del progetto.

- EMISSIONI DI OBBLIGAZIONI DALLA BELVEDERE S.p.A., riteniamo opportuno segnalarvi che la Belvedere S.p.A. emetterà nelle prossime settimane obbligazioni a 3 e 5 anni con tasso di rendimento a partire dal 3%, questo rappresenterà un’opportunità di investimento sicuro e ben remunerato per tanti piccoli risparmiatori che volessero cogliere questa occasione.

- CAPPELLA DI SAN ROCCO, nelle prossime settimane partirà un’ulteriore intervento di valorizzazione della Cappella di San Rocco nella frazione di Fabbrica.

Nella convinzione di aver fatto cosa utile e nella speranza di incontrarla quanto prima in una prossima occasione pubblica, colgo l’occasione per porgere i più cordiali saluti.



Tag

Mes, Lucidi annuncia voto in dissenso, contestato dalla ex-M5s Nugnes e dai compagni di gruppo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Spettacoli