Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:03 METEO:PONTEDERA18°28°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Jacobs: «Sono solo nato in Texas, l'Italia è la mia Nazione». Tamberi: «Sono l'uomo più felice al mondo»

Attualità lunedì 21 giugno 2021 ore 20:00

Peccioli svela "Il Palazzo senza Tempo"

Aperte le porte dopo due anni di lavori e un investimento di circa 6 milioni di euro. Un recupero edilizio firmato dall’archistar Mario Cucinella



PECCIOLI — Si è svelato agli occhi dei primi visitatori, l’esito del prestigioso progetto di ristrutturazione firmato dall’architetto Mario Cucinella presente all’iniziativa. Pensato per essere il centro culturale del paese, il palazzo ospiterà eventi, mostre temporanee e permanenti, motore del centro storico e sarà aperto alla cittadinanza con l’inaugurazione fissata per giovedì primo luglio a partire dalle 18.30. 

Il palazzo con una superficie di oltre 2.000 metri quadrati, è caratterizzato da una magnifica terrazza panoramica, un vero e proprio pontile sospeso in aria che si protende verso la vallata verde de "Le Serre" e "Fonte Mazzola"; al suo interno trovano spazio una emeroteca (raccolta ordinata di giornali e periodici messi a disposizione del pubblico per consultazione e lettura), un caffè e un ristorante.

A impreziosire il palazzo, l’opera firmata dall’artista danese, di fama internazionale, Jeppe Hein, arrivata lo scorso 5 maggio, direttamente dalla König Galerie di Berlino. L’opera sospesa nel vuoto rifrange i raggi provenienti dal lucernario soprastante creando un gioco di riflessi esterni e sulla sua stessa superficie. E’ uno dei tesori della struttura con anche il murales curato dal pittore e scultore francese Daniel Buren, testimoniando il connubio tra arte e architettura contemporanea, marchio di fabbrica pecciolese.

Presenti alla conferenza stampa il sindaco di Peccioli Renzo Macelloni, l'architetto Mario Cucinella, il direttore dei lavori Andrea Falchi e i rappresentanti delle imprese costruttrici Matteo Madonna e Andrea Bottai.

“L’idea del nome nasce dalla storia dell’edificio stesso, presente nel paesaggio urbano di Peccioli da tempo immemore e la cui ristrutturazione oggi lo salva dal degrado a cui sembrava destinato e lo proietta in un futuro vivido smarcandolo da connotazioni temporali per l’appunto” – ha detto il sindaco ringraziando tutta la squadra - “Il progetto si pone come un ulteriore intervento dell’amministrazione comunale sul centro storico, volto a infondere linfa vitale. Il palazzo sarà sede di mostre, allestimenti ma anche di laboratori residenziali con università nazionali ed internazionali per studi legati al percorso di Peccioli come esempio di comunità resiliente.”

"Il processo di riqualificazione di un borgo necessita di una riflessione approfondita in grado di interpretare i bisogni della cittadinanza e dei suoi luoghi più significativi - ha dichiarato Mario Cucinella - parziale o puntuale che sia, la rigenerazione di un sito deve intendersi come un processo capace di interpretare il passato in dialogo con la contemporaneità. Partendo da questo presupposto, il progetto di riqualificazione di un frammento significativo del tessuto del centro storico di Peccioli, il Palazzo senza tempo su via Carraia, interviene laddove è necessario recuperare e riqualificare l’edifico storico, creando anche nuovi spazi di incontro al servizio della comunità."

Hanno partecipato all'anteprima anche Matteo Madonna e Andrea Bottai , in rappresentanza delle loro ditte costruttrici ed i loro operai (tra questi Massimiliano e Luigi che anche questa mattina hanno dato gli ultimi ritocchi) la mano concreta che ha realizzato i lavori attraversando non poche difficoltà considerata la grandezza del progetto. Bottai e Madonna non hanno mancato di ringraziare i propri collaboratori e il direttore dei lavori, l’architetto Andrea Falchi: “Intervenire a ridosso di un bastione medievale è stata una sfida non da poco ma l’ambizione del progetto ci ha sostenuto e incoraggiato portandoci a completarlo con grande soddisfazione di tutta la squadra.”

La storia dell’edificio di via Carraia e della fattoria annessa, risale alla metà del XV sec quando secondo alcuni documenti, la sua proprietà ed utilizzo vennero concessi insieme ad altri possedimenti dalla famiglia Salviati a Giovanni Falcucci, procuratore della nobile famiglia. I Salviati erano una famiglia di banchieri e commercianti specializzati nel settore della seta e della lana i cui interessi si estendevano fuori regione per arrivare fino a Costantinopoli, Londra e Bruges. Dai Salviati, la proprietà passo alla famiglia degli Alimeni, probabilmente per una donazione che Cosimo I de’ Medici, nipote di Piero di Alamanno Salviati, volle fare a ringraziamento della fedeltà della famiglia verso il proprio casato. Gli ultimi eredi della famiglia lo donarono a Pietro Leopoldo, Granduca di Toscana e quindi al Regio Fisco che la cedette a sua volta alla famiglia dei Berte. Nel 1775 Giovan Filippo Berte, lasciò in eredità il Palazzo al loro nipote Edoardo Dufour e nel 1919 il palazzo e la fattoria furono venduti alla società Fondi Rustici di Roma che divenne tra le società costitutive del patrimonio della Fondazione Gerolamo Gaslini. In epoca recente, nel 2004, parte della tenuta è stata acquistata dal Comune di Peccioli e dalla Belvedere S.p.A., che hanno costituito la Fondi Rustici S.r.l. e che nel 2019 hanno iniziato una importante opera di ristrutturazione e riqualificazione su progetto dello studio MCA di Mario Cucinella.

Elisa Cosci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuove positività in 6 comuni del territorio. Non si registrano nuovi decessi collegabili al virus. In Toscana i nuovi positivi sono 702
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Albertina Poggianti in Galli

Sabato 31 Luglio 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Cronaca

Attualità

Attualità