Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:20 METEO:PONTEDERA18°27°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 19 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Valdera 2025 mercoledì 04 novembre 2020 ore 11:15

​Una Valdera tutta da pedalare

A fianco dei bus rapidi, con Linking Valdera, nascerà anche una rete ciclabile per bici e piccoli mezzi elettrici, privati e condivisi



PECCIOLI — Accessibilità, efficienza e velocità, ma anche sostenibilità, turismo e sport. Accanto a una totale revisione – come abbiamo visto nel precedente articolo – del servizio di trasporto pubblico locale, il progetto Linking Valdera punta anche a promuovere una micro-mobilità più lenta, sostenibile e diffusa sul territorio, adattabile sia agli spostamenti sistematici (lavoratori e studenti locali) che a quelli legati al tempo libero (di residenti, ma anche di turisti e sportivi).

Un’importante parte del progetto di nuova mobilità promosso dai Comuni di Peccioli e Pontedera, ma rivolto all’intera Valle dell’Era, è quella che mira alla realizzazione di un sistema di piccola mobilità composto da percorsi con sharing station per bici e piccoli mezzi elettrici (tipo scooter, bici, monopattini), punti di ricarica e una rete ciclabile diffusa.

Questa rete, che vuol essere sia servizio di mobilità alternativo al veicolo privato, sia elemento turistico legato all’escursionismo, si svilupperà lungo tre linee:

  • - una dorsale principale che seguirà il percorso BRV (Bus Rapidi Valdera) da Pontedera a La Sterza;
  • - una Circle Line (che richiama la celebre linea metropolitana londinese) che costeggerà i margini della valle evitando le pendenze eccessive, attraversando le zone rurali e i colli panoramici;
  • - dei percorsi di collegamento che uniranno dorsale, Circle Line e centri abitati.

L’intera rete così tracciata da Linking Valdera, fra il trasporto pubblico su gomma e la micro-mobilità, raggiungerà 26 strutture di ristorazione e 17 strutture alberghiere della zona. Più accessibilità e sostenibilità nel movimento significano certamente un miglioramento dell’attuale mobilità, ma chissà che non possano essere anche uno stimolo a far nascere in futuro nuove attività, a introdurre nuovi servizi, ad offrire ai turisti nuovi modi di immergersi nel territorio, nell’arte e nella cultura di questa Valdera che, se vuole guardare lontano, non può non pensarsi e progettarsi vicina.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un tratto della statale vietato al transito in entrambe le direzioni per caduta di alberi e rami sulla carreggiata. Il sindaco annuncia la riapertura
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Cronaca

Cronaca