Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:PONTEDERA11°20°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità domenica 08 maggio 2016 ore 15:00

"Importante il ruolo dei sindacati nei bilanci"

Marcello Casati

Parla il segretario Uilp Pisa Casati: "Per la Tari serve un salto di qualità e maggiore trasparenza da parte delle aziende che gestiscono i rifiuti"



PISA — "Sia che si tratti di smaltimento dei rifiuti sia per dare altre valutazioni, sarà indispensabile una maggiore preparazione alla lettura dei bilanci comunali, poter valutare con maggiore attenzione il perché degli aumenti". A parlare è il segretario Uilp Pisa Marcello Casati, il cui sindacato in questi giorni è impegnato insieme alle altre organizzazioni a concludere il ciclo degli incontri avviato da circa due mesi con le amministrazioni comunali della provincia per visionare ed eventualmente condividere le scelte fatte sul bilancio preventivo 2016.

Secondo il sindacalista, "il ruolo svolto dalle organizzazioni sindacali ha avuto sicuramente la sua efficacia nel cercare di dare o mantenere servizi ai cittadini sia per quanto concerne il sociale, sia per l'istruzione, in un momento di tagli, non indifferenti, fatti dal Governo".

Gli stessi sindacati però, secondo Casati, devono operare un salto di qualità: "Non tanto per capire completamente oppure volere gestire i bilanci comunali, cosa assai complicata anche per un sindaco, ma per non cadere nella superficialità del sono tutti uguali".

Se negli scorsi anni i temi trattati nell'analisi dei bilanci sono state soprattutto le aliquote Irpef, la Tasi e l'Imu, quest'anno l'argomento di discussione principale è stata la Tari, la tassa sui rifiuti.

"Da questo - chiarisce Casati - è derivato il numero assai inferiore, rispetto allo scorso anno, di accordi fatti e sostituiti con dei verbali d'incontro. Tutto ciò deriva dagli aumenti della Tari che, numerosi comuni, sono stati costretti a fare per il 2016. Aumenti principalmente dovuti a chi conferisce la prevalenza dei propri rifiuti in discarica. Infatti i comuni che hanno diminuito la Tari, sono quelli che da anni stanno praticando la raccolta differenziata e il porta a porta".

In merito a questo, il sindacato insiste a chiedere una maggiore informazione e trasparenza da parte delle aziende che gestiscono i rifiuti. "Sarà indispensabile - sostiene Casati - una maggiore preparazione alla lettura dei bilanci comunali, poter valutare con maggiore attenzione il perché degli aumenti. Non ultimo e per me sicuramente di notevole importanza, la conformazione dei territori comunali. Esistono comuni che hanno pochissime frazioni, poche strade da gestire e un territorio assai limitato, mentre invece sia in Val di Cecina e nella stessa Valdera, esistono comuni che devono amministrare territori assai estesi, con numerose strade comunali e un numero non indifferente di frazioni. La cosa non è certamente uguale e su questo occorrerà riflettere seriamente. Le stesse entrate comunali non sono per tutti uguali e anche questo dovrebbe essere oggetto di valutazione al momento di valutare un bilancio".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incidente stradale lungo la provinciale Francesca Bis, nei pressi di Ponticelli. Intervenuti i vigili del fuoco di Castelfranco, 118 e carabinieri
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità