QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 14 novembre 2018

Attualità mercoledì 12 settembre 2018 ore 10:00

Cooperativa e Comune per la legalità a Corleone

Una delegazione composta da operatori e ospiti delle strutture Paim e cittadini di Calcinaia hanno visitato i territori confiscati alla mafia



CASCINA — Da anni, dopo un primo incontro fra il presidente dell'associazione Fior di Corleone Maurizio Pascucci e il presidente della Paim Giancarlo Freggia, la cooperativa sociale partecipa a campi di lavoro nei territori corleonesi, per sensibilizzare gli operatori e gli ospiti dei suoi servizi su temi della legalità, soprattutto nel campo del lavoro agricolo.

La prima occasione risale ormai a tre anni fa, quando Paim ha iniziato questo percorso affiancata dal Comune di Cascina. 

Lo scorso anno ha invece proseguito senza partecipazioni pubbliche, e quest’anno, con il Comune di Calcinaia, si è organizzato un doppio scambio: in una prima fase, una delegazione corleonese è stata in visita a Pisa in giugno, per visitare alcune realtà locali. Qualche giorno fa, dal 31 agosto all’8 settembre, sono 18 persone quelle partite da Pisa alla volta di Corleone: quattro ospiti della Casa Famiglia di Marciana, quattro del Borgo dei Colori di Lorenzana, tre operatori “storici” Paim – Anna Batini, Fabrizio Damiani, Massimiliano Prior - e 7 persone del Comune di Calcinaia, tra cui il Consigliere Yassine El Ghlid. Si tratta, quindi, un gemellaggio a tre: Paim Cooperativa Sociale, Comune di Calcinaia, Associazione Fior di Corleone con i produttori locali.

La delegazione toscana ha incontrato Pippo Cipriano, già sindaco di Corleone dal 1993 al 2002, Dino Paternostro e Nando dalla Chiesa che hanno rievocato le lotte dei contadini siciliani e raccontato di come è cambiato il movimento mafioso. I ragazzi hanno poi visitato Corleone e, in gruppi, aiutato a “ripulire” dalle erbacce i campini - dove giocano i ragazzini del territorio - della Parrocchia di San Leoluca (dove sono stati ospiti). Hanno raccolto i pomodori con i quali hanno poi preparato la passata per le opere della Parrocchia, ascoltando attenti le parole di Don Luca che raccontava le storie delle persone che abitano a Corleone e della mafia.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità