Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:PONTEDERA16°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca sabato 06 marzo 2021 ore 14:41

Covid, 101 positivi in più e tre decessi

Il quadro provinciale pisano di oggi vede ancora più di cento nuovi casi sul territorio e tre vittime correlate al coronavirus



PISA — Tre decessi sul territorio pisano ( uno in area pisana, un uomo di 55 anni e due nel Cuoio)  legati al Covid e 101 nuovi casi su base provinciale. E' questo il quadro comunicato oggi dalla Regione Toscana nel consueto bollettino sul coronavirus.

Con i 101 casi di oggi la provincia di Pisa arriva a 20831 contagi. Le tre vittime portano invece il conteggio dei decessi, da inizio emergenza a 552, con la provincia pisana terza per tasso di mortalità in regione.

I nuovi casi sono 34 in area pisana ( Calci 3, Cascina 10, Pisa 11, San Giuliano Terme 7, Vecchiano 2, Vicopisano 1 ), 32 tra Valdera e Valdicecina ( Bientina 3, Buti 2, Calcinaia 5, Capannoli 2, Castelnuovo Val di Cecina 1, Peccioli 1, Ponsacco 3, Pontedera 3, Santa Maria a Monte 5, Volterra 7 ), 3 in zona Valli Etrusche ( 1 Castellina, 1 Montescudaio, 1 Santa Luce ), gli altri nel Cuoio Castelfranco 5, Montopoli 5, San Miniato 13, Santa Croce 9 ).

In Toscana oggi si sono registrati 1293 nuovi positivi con 23 decessi e un lieve incremento nel numero dei ricoveri. Qui tutti i dati regionali.

Stabile il numero dei ricoverati a Pisa ( 67 ) mentre è in lieve salita al Lotti di Pontedera ( 30 ).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati al Lotti, mentre va avanti la campagna vaccinale. Ecco tutti i numeri di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca