Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PONTEDERA16°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 16 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca mercoledì 11 luglio 2018 ore 15:26

Blitz nella villa divenuta centrale dello spaccio

Irruzione in piena notte in una villa di Noce, alla quale hanno partecipato una trentina di carabinieri. I due occupanti avevano droga e una pistola



VICOPISANO — Era da diverse settimane che i carabinieri di Cascina osservavano i movimenti di due albanesi i quali, apparentemente senza fissa dimora né stabile posizione lavorativa, sembrava avessero la disponibilità di una villa in località Noce, fra Lugnano e Uliveto Terme, risultata di proprietà di un cittadino residente all’estero, stando ai primi accertamenti estraneo e inconsapevole rispetto ai fatti. 

I numerosi servizi di osservazione e pedinamento hanno avvalorato la tesi che i due potessero essere dediti a traffici illeciti, motivo per cui la compagnia di Pontedera, in rinforzo ai militari della stazione di Cascina, alle 4 di stamani ha fatto scattare un bliz, al quale hanno partecipato circa trenta carabinieri delle stazioni di San Giovanni alla Vena, Casciana Terme e Buti, nonché i militari del Nor e i cinofili di San Rossore

Avuta la certezza della presenza dei due all'interno della villa i militari, dopo aver circondato l’immobile, hanno fatto irruzione all’interno, identificando preliminarmente entrambi, risultati appunto di nazionalità albanese, rispettivamente di 32 e 27 anni. L’approfondita perquisizione dei vari locali dell’abitazione ha permesso di ritrovare un ingente quantitativo di droga e una pistola.

In particolare sono stati trovati: 3 Kg circa di marijuana, suddivisi in tre sacchi di vario peso, 151 piantine pronte per l’interramento e diverse centinaia di semi di analoga sostanza; un panetto di circa 100 grammi di hashish; una bilancia digitale e materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente; una pistola Beretta calibro 6.35, completa di caricatore e cinque cartucce di pari calibro, nella disponibilità del più anziano dei due, risultata provento di furto in abitazione commesso il 23 dicembre 2017 a Brugnato, in provincia di Spezia; un motociclo Honda SH 125, risultato provento di furto commesso a Livorno il 30 giugno 2018; numerosi altri oggetti presumibilmente rubati, tra cui caschi da motociclista, materiale informatico e attrezzi da lavoro, sui quali sono in corso accertamenti ulteriori.

Al termine dell’operazione i due albanesi sono stati dichiarati in arresto e successivamente tradotti presso la Casa Circondariale di Pisa, dovendo rispondere dei reati di ricettazione, coltivazione, produzione e detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di arma comune da sparo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Numeri ancora alti quelli sui nuovi contagi giornalieri, ma nella zona tra Valdera e Valdicecina nelle ultime ore ci sono state 85 guarigioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità