QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°33° 
Domani 22°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 27 giugno 2019

Attualità lunedì 14 gennaio 2019 ore 14:30

Demolizione scuole Fucini, la replica del M5S

Attacchi al Pd e una richiesta già fatta: "Il grado di sismicità negli edifici scolastici qual è? Lo avevamo chiesto ma nessuna risposta"



PONSACCO — Il Movimento cinque stelle di Ponsacco è intervenuto sulla demolizione prossima della scuola Fucini.

"Sono passati alcuni giorni dalla pubblicazione del video-messaggio pubblicato dalla Signora Nicoletta Cursi, dove invitava il Professor Sgarbi ad intervenire sull' imminente demolizione delle scuole Fucini, seguito nei giorni successivi da un flash- mob, a cui abbiamo partecipato, condividendone il contenuto.

Video-messaggio bellissimo che ha raggiunto l'obiettivo, Sgarbi è intervenuto.

Le polemiche seguite nei giorni successivi, hanno dimostrano la bassezza del livello politico locale.

Il PD che arriva ad utilizzare sul suo profilo Fb., un video " trafugato", mentre la Signora Cursi nella sua performance canterina, si trovava accerchiata da giornalisti e telecamere, neanche fosse la Callas.

Sempre nell'articolo, indicano i dimostranti, come "Armata Brancaleone", l'Assessore Bagnoli, successivamente definisce "Barbarie politica" le forme di opposizione intraprese, non portando alcun rispetto ai dimostranti, che impavidi, ci hanno messo la faccia, cosa rara di questi tempi.

Ipotizzano inoltre un'alleanza del M5s locale con la Lega, ascrivendo formule fantascientifiche che dimostrano quanto siano ormai lontani dalla realtà.

La Lega stessa si è dissociata dall'evento, definendolo "pagliacciata", ci spiace solo per i suoi simpatizzanti presenti al flash-mob.

Ma ricordiamo, se l'obiettivo viene raggiunto, con la "pagliacciata", evviva la pagliacciata.

Ciò che si è svolto quella mattina, è quanto di più civile possa esserci, dimostra che i cittadini non si sentono "sudditi", al PD-pensiero, ammettiamolo rientra nella nostra indole non arrendersi.

Tornando al PD, indicano, tutte le forze politiche di opposizione, unite da senso opportunistico elettorale.

Questa, è una delle tante ed ennesime bufale di questa vicenda, per chi ha memoria corta ricordiamo che il M5s sin dal momento in cui è sorta la problematica, si è sempre mostrato contrario alla decisione presa, al momento, prendiamo atto; altre forze di centro destra si sono aggiunte a noi, ciò è solo una conferma, eravamo nel giusto.

Nei vari video messaggi, seguiti nei giorni seguenti, il Sindaco esplicitamente, riferisce che la scelta della demolizione è stata presa, data la mancanza di aree specifiche e i ragazzi , in caso contrario, potrebbero rimanere anni nei moduli.

Questo purtroppo non va a sua discolpa, era proprio Lei che in campagna elettorale garantiva la creazione di un Polo scolastico, come d'altronde impone la normativa, doveva questa amministrazione, programmare l'individuazione di un'area da adibire alla creazione dello stesso.

Questa mancanza, rivela, sempre se ce ne fosse bisogno, quanto sia di strette vedute l'amministrazione locale.

Per i ragazzi nei moduli, provenienti dalle Fucini, ce ne dispiacciamo, ma ricordiamo che sono in strutture sicure, contrariamente a tutti gli altri ragazzi.

Infatti, ecco l'altra nota dolente della vicenda, come M5s, abbiamo chiesto che l'amministrazione si attivasse a verificare il grado di sismicità dei plessi scolastici ponsacchini, tutto il Consiglio Comunale votò all'unanimità, arrivando a concordare una verifica nel 2018.

Il tempo purtroppo è scaduto, non abbiamo avuto notizie, data l'evidente inerzia dell'amministrazione, chiediamo ai cittadini che sollecitino direttamente, al momento, i plessi sono privi dei relativi documenti che attestino la verifica statica .

Non abbiamo nessuna certezza, in merito alla sicurezza delle nostre scuole.

Ricordiamo che l'attuale governo giallo-verde, ha stanziato per i Comuni come Ponsacco, ulteriori 100.000 euro da spendere per opere pubbliche, si sbrighi a prenderli.

Infine, sempre il Sindaco, dichiara di avere dalla sua i cittadini e il figlio dell'Architetto Bellucci, sentendosi così giustificata nel procedere alla demolizione.

Come possa il Sindaco ritenere di parlare per tutta la cittadinanza, solo Lei lo sa, ma è sulla seconda affermazione dove siamo costretti smentire il Sindaco.

Nei giorni scorsi, siamo stati contattati, dal figlio dell'Architetto Bellucci, il Signor Daniele Bellucci, l'altro fratello, il quale pare aver conferito con il Sindaco, dimostrandogli il proprio disappunto sulla demolizione prevista.

Nell'incontro avuto (vedi foto allegata), lo stesso, ci ha dato incarico di conferire con la Sovrintendenza di Pisa, per predisporre, eventuale documentazione, occorrente per l'avvio di procedimento, per vincolo da apporre alla scuola .

Aspettiamo i prossimi giorni per capire come si evolverà la questione".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Cronaca