Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:PONTEDERA9°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte contestato al presidio degli studenti in piazza a Roma: «Quando eri al governo, ci hanno manganellato»

Attualità giovedì 25 maggio 2023 ore 18:15

La professoressa Mati e i ricordi dell'alluvione

La professoressa Nicla Mati

Mentre in Emilia-Romagna proseguono le attività dei volontari dopo le drammatiche alluvioni, una ex angelo del fango racconta la sua esperienza



PONSACCO — Il dramma dell'alluvione in Emilia-Romagna rievoca ricordi per chi, nel 1966, fu coinvolto in quella di Firenze. Come la professoressa Nicla Mati, 82 anni, ponsacchina ora in pensione, che è stata un angelo del fango alla Biblioteca nazionale di Firenze.

"Vedo in televisione catene di giovani in aiuto delle popolazioni dell’Emilia-Romagna e mi complimento con loro per il grande gesto di altruismo e generosità - ha commentato - sono i nuovi angeli del fango. Queste sono esperienze formative e importanti nella vita, che toccano il cuore. Aiutare gli altri senza avere compensi in cambio, se non la gratitudine di chi hai supportato in un momento di disagio, è molto importante per capire il vero senso della vita".

"Purtroppo le famiglie colpite hanno perso i ricordi di una vita e subìto ingenti danni, ma confido, che gli aiuti arrivino presto per tutti - ha aggiunto - sono stata anche nella Pontedera alluvionata del Novembre del ’66 con mio fratello e, insieme, ad altri volontari, portammo cibo e beni di prima necessità alla popolazione in difficoltà".

Quel 4 Novembre la professoressa si trovava proprio a Ponsacco. Il giorno prima era stata a Firenze con la madre e lo zio Danilo, per prendere i libri nuovi per la libreria della zia, che abitava a Ponsacco. Nicla a Firenze si recò a salutare una cara amica e, per poco, non rimase nel capoluogo fiorentino.

"Mi trasferii a Pisa ospite di un’altra zia, e lì frequentai la Facoltà di Lingue: mi laureai in letteratura francese - ha raccontato - e da Pisa è nata quell'esperienza: quando tornai in città dopo l’alluvione, che aveva spazzato via ponte Solferino e parte dei Lungarni, alcuni giovani studenti ci chiesero disponibilità per andare a Firenze ad aiutare gli alluvionati: partii con la mia compagna di studi di Perignano, Giovanna Bendinelli, scomparsa nel 2011".

"L’appuntamento fu in piazza Cavalieri la mattina molto presto e lì ai piedi della statua di Cosimo de’ Medici, trovammo molti stivali di gomma - ha continuato la professoressa - arrivammo in piazza Santa Croce e, a piedi, per mano, piano piano, al centro della strada per non scivolare, arrivammo alla Biblioteca nazionale: c’erano tanti giovani volontari da tutto il mondo, pieni di fango dai piedi fino ai capelli. Noi ragazze avevamo la gonna, ma quando arrivai la sera a casa, stanca morta, cercai una tuta, perché era più comoda".

"Tutto durò per 15 giorni, da pendolari con l’autobus da Pisa a Firenze: eravamo molto stanchi a recuperare volumi molto pesanti per il fango e l’acqua, che avevano assorbito. Dovevamo lavarli tutti con spugne e acqua fresca, poi farli asciugare in una stanza riscaldata con stufe a gas - ha concluso - nei sotterranei della Biblioteca nazionale abbiamo recuperato libri preziosi, con bellissime copertine, e grazie alle catene umane abbiamo recuperato materiali importanti. Alla sera eravamo con le braccia a pezzi, ma era una gran soddisfazione aver dato un aiuto".

Elena Iacoponi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'eco-compattatore installato in largo Roma vuole incentivare il conferimento dei contenitori in pet con un sistema a premi: ecco quali in palio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità