QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -1°14° 
Domani -1°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 16 febbraio 2019

Attualità venerdì 25 agosto 2017 ore 12:15

App parcheggio, le scuse di Franchi

Il segretario della Lista Civica Indipendente ha chiarito con la società che gestisce Orange Parking in merito alla vicenda della multa



PONTEDERA — Dopo un rapido botta e risposta, è terminata con un chiarimento la diatriba fra il segretario della Lista Civica Indipendente Gabriele Franchi e la società Virgle che gestisce Orange Parking, l'applicazione che permette di pagare il posteggio attraverso lo smartphone, dalla quale aveva avuto origini la vicenda del cittadino multato dopo averla utilizzata. Vicenda riportata dall'esponente della lista civica ma poi smentita in quei termini dalla stessa società che ha chiarito i fatti. 

"Abbiamo letto - scrive Franchi - quanto replicato dalla società di gestione dell’app Orange Parking al nostro comunicato, la quale ci ha anche contattato per chiarire la vicenda emersa nel nostro comunicato di ieri, nel quale avevamo riportato quanto pubblicato apertamente da un cittadino su un famoso social network. Lo stesso, allegando anche della documentazione, lamentava secondo lui di aver ricevuto ingiustamente una multa un minuto dopo aver pagato la sua sosta con l’applicazione citata. Da quanto si può apprendere invece dagli orari inviati dalla società di gestione dell’applicazione risulterebbe che quando è stata attivata la sosta a pagamento la targa dell’auto fosse GIÀ sotto verifica da parte di chi ha raccolto l’infrazione".

"Non volendo essere assolutamente il nostro intento danneggiare la società di gestione - ha precisato il segretario -, ma solo avere un chiarimento in merito alla questione che avevamo appreso sul social media, siamo soddisfatti di quanto fornitoci, e siamo ancor più soddisfatti che Orange Parking verrà a breve aggiornata per far si che questo tipo di disguidi non possano verificarsi, anche a tutela dell’azienda stessa contro eventuali furbetti che potrebbero approfittarsene. Abbiamo anche concordato - ha concluso Franchi - di incontrarci con la società per approfondire alcune questioni da noi indicate in modo non specifico nel precedente comunicato. Ringraziamo la società per l'attenzione mostrata ed auspichiamo un sempre maggiore uso dell'applicazione che rappresenta un metodo flessibile per gli utenti".

loading...


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità