QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°32° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 24 giugno 2019

Attualità martedì 14 febbraio 2017 ore 17:15

Bilancio preventivo, accordo Comune e sindacati

Papiani e Millozzi

E' stato firmato il protocollo d'intesa. Millozzi: "Ferme le imposte. Abbiamo puntato sulla lotta all'evasione e sull'aiuto alle fasce disagiate"



PONTEDERA — Nella sala giunta del Comune di Pontedera si sono incontrati l'amministrazione comunale di Pontedera, il sindaco Simone Millozzi e l'assessore al bilancio Marco Papiani e i rappresentanti dei sindacati e delle leghe dei pensionati.

Erano presenti Paolo Graziani segretario dello Spi-Cgil provinciale, Alfio Volpi e Roberto Martinelli della segreteria Spi-Cgil Bassa Valdera, Luciano Dionisi, Dino Tamburini e Giorgio Bumma della Fnp-Cisl Pisa e Marcello Casati della Uil.

I partecipanti hanno sottoscritto l'accordo allegato nel quale si stabiliscono dei punti di azione comune che vengono recepiti dal Bilancio del Comune di Pontedera.

"Abbiamo voluto tener ferme - ha sottolineato il sindaco Simone Millozzi - anche per questo bilancio, le imposte comunali puntando sulla lotta all'evasione e garantire di più le fasce disagiate".

Dall’incontro è scaturito un interessante e costruttivo dibattito che partendo dall’analisi del difficile contesto economico e sociale nazionale, ha concentrato al sua attenzione sul profilo territoriale e sulle risorse che l’Amministrazione Comunale di Pontedera riesce a mettere in campo per sostenere l’economia locale.

"Partendo da un’analisi della Cgia di Mestre - hanno spiegato dal Comune - che rivela come agli Enti Locali vada il 20 per cento delle tasse che pagano i cittadini, ma ad essi faccia carico ben il 53 per cento della spesa pubblica, viene sottolineato che negli ultimi sette anni il bilancio del Comune di Pontedera si è visto ridurre le entrate correnti di circa un terzo, riuscendo comunque a mantenere una qualità dei servizi adeguata, e in molti casi superiore, ad una realtà quale quella di una città di neanche 30mila residenti, ma che deve erogare servizi ad un numero quasi doppio di cittadini che ogni giorno frequentano il suo territorio e le sue strutture".

Dalla parte sindacale è stato espresso un giudizio positivo sul bilancio preventivo che senza ricorrere ad aumenti tariffari o di tasse, riesce a mantenere la rete dei servizi offerti alla cittadinanza con attenzione prioritaria ai temi del sociale e dell’istruzione, in continuità con quanto proposto anche negli anni passati: "Nondimeno - hanno detto i sindacati - si ribadisce la necessità di un impegno costante della amministrazione comunale verso i temi del lavoro, dell’integrazione sociale e del sostegno alle fasce più deboli, con particolare attenzione agli ambiti della istruzione e dei servizi scolastici, e dell’ambiente. Una sottolineatura importante, anche al fine dell’equità fiscale, viene poi posta sul proseguimento del cammino nella lotta alla evasione fiscale".

Le azioni da intraprendere, su richiesta delle organizzazioni sindacali, devono continuare a concentrarsi :

  • nel contenimento delle spese correnti e per il funzionamento della macchina comunale;
  • nell’esclusione di aumento tariffario per i servizi a domanda individuale nel settore sociale, sanitario e scolastico;
  • nel confermare incisivi interventi per la lotta all’evasione e all’elusione che riaffermino non lo spirito coercitivo di tali iniziative, ma l’elemento di equità sociale oltre che fiscale;
  • nell’attenzione verso la tutela ambientale, vedendo con favore la possibilità di passare dall’attuale sistema del “porta a porta” ad una sistema di “tariffa puntuale” basato sul pagamento del costo del servizio misurato sull’effettiva produzione del rifiuto indifferenziato ;
  • nel prevedere appositi tavoli di confronto per valutare i correttivi da porre alle manovre di bilancio del Comune anche in prospettiva pluriennale di programmazione e progettazione

Viene infine concordata con l’assenso di tutte le parti, la programmazione di uno o più incontri pubblici, in cui oltre a presentare il bilancio attuale si faccia una verifica sugli obiettivi raggiunti e le azioni intraprese dalla attuale amministrazione comunale a metà del suo mandato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Politica

Cronaca