comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°25° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 07 giugno 2020
corriere tv
Incidente Arezzo, al Tg1 le immagini dell'auto che sbanda prima dell'impatto

Cronaca martedì 28 gennaio 2020 ore 09:08

Coronavirus, ospedali pronti per eventuali casi

L'azienda sanitaria, prima del caso sospetto a Pistoia, ha rassicurato su un'eventuale emergenza, spiegando anche le precauzioni da prendere



PONTEDERA — Il coronavirus, il virus che ha iniziato a diffondersi in Cina a dicembre con migliaia di contagi e causando già decine di morti, potrebbe essere arrivato in Italia, per la precisione in Toscana. Da ieri sera un caso sospetto è sotto osservazione all'ospedale di Pistoia: si tratta di una donna di nazionalità cinese che, mentre si trovava in viaggio con una comitiva di connazionali in autostrada dopo una visita a Firenze, si è sentita male all'area di servizio di Serravalle.

La paziente è ora ricoverata nel reparto di malattie infettive del San Jacopo. "Sono in corso gli accertamenti e le terapie del caso - hanno spiegato in serata dalla Asl Toscana Centro - ed in questo momento è in corso anche l'indagine epidemiologica per capire se la donna, nei 14 giorni precedenti l'insorgenza della sintomatologia, era già presente in Italia: in caso affermativo i sanitari procederanno ad effettuare gli esami indicati dal Ministero inviando i campioni biologici all'Istituto Superiore di Santità.

Giusto nel pomeriggio di ieri, prima della notizia del caso sospetto a Pistoia, Regione e Asl toscane avevano fatto sapere di aver avviato iniziative precauzionali per contrastare con efficacia una eventuale comparsa del coronavirus in Toscana. Tra queste, l'istituzione di task-force in tutti gli ospedali e lo svolgimento di esercitazioni specifiche.

Per quanto riguarda gli ospedali della Asl Toscana nord ovest, fra i quali rientra anche quello di Pontedera, l'azienda ha riferito di aver "inoltrato le indicazioni ministeriali alla rete dei 13 ospedali presenti sul proprio territorio, con particolare attenzione ai reparti di Malattie Infettive, ai laboratori ed ai Pronto Soccorso".

"Subito coinvolti anche le strutture di Igiene pubblica, gli ambulatori della Medicina dei viaggiatori ed i medici di medicina generale tramite i coordinatori di AFT. L’obiettivo dell’Azienda - si legge nella nota - è infatti che tutti gli operatori in prima linea - in ospedale e sul territorio - siano pronti a riconoscere la sintomatologia associabile alla polmonite da coronavirus su persone provenienti dalla Cina e che presentino difficoltà respiratorie, tosse secca, febbre"

"Tutte le strutture - hanno rassicurato dall'azienda sanitaria - sono anche in grado di garantire la sorveglianza su eventuali “contatti” segnalati dal Ministero della Salute. C’è infatti uno stretto collegamento tra il livello nazionale, quello regionale e quello locale: una rete con maglie molto strette, con il monitoraggio fin dagli aeroporti di tutti gli arrivi dall’area dell’epidemia, che non dovrebbe “far passare” i casi sospetti". 

L’Asl Toscana nord ovest, come tutta la Regione Toscana, si è detta pronta per ogni evenienza, invitando i cittadini ad alcune precauzioni. "Per ridurre l'esposizione e la trasmissione di una serie di malattie respiratorie, che comprendono il mantenimento dell'igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie (ad esempio mettere in atto la cosiddetta “etichetta della tosse” coprendosi bocca e naso e ancora gettare i fazzoletti utilizzati immediatamente dopo l'uso e lavarsi le mani). Si tratta di fondamentali norme di prevenzione igienico sanitaria, da utilizzare per tutte le situazioni e sono doppiamente utili in questa fase di picco influenzale. Tali indicazioni rappresentano, infatti, la forma più semplice ed efficace di tutela della salute individuale e pubblica".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità