QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°29° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 22 agosto 2019

Attualità giovedì 09 novembre 2017 ore 14:13

Cugini dello spaccio in manette, Millozzi plaude

Il capitano dei carabinieri Michele Cataneo insieme al sindaco Simone Millozzi

Il sindaco si è complimentato con i carabinieri per l'operazione che ha portato all'arresto di due uomini che vendevano grosse quantità di cocaina



PONTEDERA — Il sindaco di Pontedera Simone Millozzi ha ringraziato i Carabinieri per l'operazione che ha visto l'arresto di due spacciatori, cugini di 33 e 26 anni, di nazionalità albanese. I due, secondo quanto hanno spiegato i militari, gestivano e si contendevano la piazza dello spaccio della cocaina con altri spacciatori maghrebini. 

"Esprimo il plauso e il ringraziamento - ha detto Millozzi - della città ai Carabinieri di Pontedera ed alle autorità inquirenti per aver stroncato un traffico di droga che coinvolgeva due spacciatori pregiudicati senza fissa dimora e che era alimentato da una clientela eterogenea e numerosa". 

Millozzi ha rimarcato anche il senso civico di un cittadino: "L'operazione è stata possibile anche grazie alla preziosa segnalazione di un cittadino che non si è voltato dall'altra parte a dimostrazione che nella nostra comunità non c'è spazio per l'omertà e l'indifferenza e che un controllo sociale attento da parte dei cittadini è di eccezionale supporto per il contrasto alla criminalità condotto con professionalità e dedizione da parte delle forze dell'ordine".

"Gli autori dei reati sono stati assicurati alla giustizia ma perché l'immane sforzo svolto nei territori non venga vanificato è fondamentale, lo ripeto ogni volta, che il legislatore nazionale lavori nella direzione di una maggior certezza della pena per impedire il ripetersi dei fenomeni da parte degli stessi autori. Come detto durante il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica riunitosi ieri a Pontedera occorre che tutti gli attori, ciascuno per le proprie competenze e secondo le prerogative stabilite dalla legge, operino in sinergia e con determinazione per il contrasto all'illegalità: in città non deve esserci spazio per chi, commettendo reati, mina la pacifica convivenza e la coesione sociale". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Cronaca