comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PONTEDERA11°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 23 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Governo, Mastella: «Mia moglie perplessa su Bonafede, non so come voterà»

Cultura venerdì 12 giugno 2020 ore 14:45

Quattro anni di Palp, un punto di partenza

Palp, Palazzo Pretorio
Palp, Palazzo Pretorio

Cinquantamila visitatori e per il futuro l'obiettivo di nuove mostre, trovando anche una nuova formula per la Fondazione Pontedera per la cultura



PONTEDERA — Quattro anni di mostre importanti, 50mila visitatori da tutta Italia e anche dall'estero, una quarantina di sponsor che hanno portato più di 700mila euro, due giovani assunte part-time, ma a tempo indeterminato, altri 13 giovani che hanno collaborato, un bilancio chiuso con un piccolo attivo.

Sono alcuni dati che raccontano Palp, Palazzo Pretorio, gestito dal 2016 a oggi dalla Fondazione Pontedera per la Cultura.

L'obiettivo per il futuro è dare continuità al Palp. Per farlo, ha spiegato il sindaco di Pontedera Matteo Franconi, deve essere trovata una formula tecnica per le Fondazioni che portano avanti eventi culturali in Valdera, ovvero Fondazione Pontedera per la Cultura e Fondazione PeccioliPer.

Alcuni cataloghi delle mostre realizzate a Palp

Alcuni cataloghi delle mostre realizzate a Palp

In municipio si è tenuta oggi una conferenza stampa in cui è stato fatto il bilancio su questo primo mandato di quattro anni di Palp. Erano presenti, oltre a Franconi, Daniela Pampaloni, presidente della Fondazione e Andrea Modesti, responsabile organizzativo delle mostre. Non ha potuto presenziare il sindaco di Peccioli Renzo Macelloni, il cui Comune è al 50 per cento socio della Fondazione pontederese per la cultura.

Modesti, Franconi e Pampaloni

Modesti, Franconi e Pampaloni

Franconi ha parlato di "progetto che va e deve andare oltre la Valdera" e ha ringraziato Modesti e Pampaloni per il lavoro svolto in questi anni.  Poi ha aggiunto che il Palazzo Pretorio "ha un progetto di rilancio importante" grazie alla sinergià tra i Comuni di Pontedera e Peccioli e di chi, in Valdera, vorrà farne parte. Il sindaco ha aggiunto che "i prossimi passi sono l'approvazione del bilancio e capire la nuova formula da scegliere tra le due Fondazioni che si occupano di cultura (Pontedera per la Cultura e PeccioliPer, ndr) per continuare a fare cultura in Valdera".

Matteo Franconi

Matteo Franconi

La presidente uscente Pampaloni: "Siamo al termine di un mandato dato quattro anni fa dall'allora sindaco Simone Millozzi, che ringrazio per la fiducia dataci al tempo". Pampaloni ha poi indicato quali sono, secondo lei, gli aspetti da migliorare per il futuro: "Il palazzo per continuare a vivere ha bisogno di continuità, cioè di fare un’attività che duri tutto l’anno. Palp deve andare oltre alla Valdera, guardare all’Europa e anche a grandi soggetti che fanno cultura". La presidente ha poi sottolineato che, al termine di questi quattro anni "il bilancio della Fondazione è risanato e ha un piccolo attivo".

Daniela Pampaloni

Daniela Pampaloni

Il responsabile delle mostre, il dottor Modesti, ha detto: "Ci sono cinquantamila persone che non sarebbero venute a Pontedera senza Palp, in più abbiamo dato lavoro a 13 persone". Anche Modesti ha guardato al futuro, dicendo cosa si può migliorare: "La prima cosa è far conoscere alla città il Palp e ci vuole un maggiore coinvolgimento delle scuole superiori. Un aspetto da valorizzare possono essere le carceri. Sono soddisfatto perché abbiamo creato partnership con grandi musei italiani. Ho conosciuto i direttori dei maggiori musei italiani".

Andrea Modesti

Andrea Modesti



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca