QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°27° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 19 giugno 2019

Politica mercoledì 12 giugno 2019 ore 14:00

Franconi e il centro città da riconquistare

Il comitato elettorale di via Roma domenica notte, poche ore dopo l'esito del ballottaggio
Il comitato elettorale di via Roma domenica notte, poche ore dopo l'esito del ballottaggio

La vittoria al ballottaggio è arrivata per 430 voti ma a Pontedera centro il neo sindaco ha perso per 235 voti, da recuperare con i lavori annunciati



PONTEDERA — Se si fosse votato solo a Pontedera il nuovo sindaco sarebbe stato Matteo Bagnoli, se invece si fosse votato solo nelle frazioni sarebbe stato Matteo Franconi.

Scandagliando i numeri si scopre che a Pontedera Bagnoli ha vinto nel seggio di Piazza dei Pini (sezioni 1,2,3), in quello del Fermi (6-8), Stazione villaggi (13-15) e Pascoli Bellaria (16-20). Franconi ha vinto nel seggio Pacinotti Stazione (4-5) e Fuori del ponte (9-12). 

Diverso il discorso nelle frazioni, dove il neo sindaco ha vinto dappertutto con l'apice della roccaforte Montecastello e la vittoria più sottile a Santa Lucia.

Quali sono degli elementi che aiutano a spiegare questa differenza di voti tra città e frazioni? Proviamo a cercarne alcuni.

Per il centrodestra la campagna elettorale con il tema caldo della sicurezza ha dato risultati importanti laddove c'è una maggiore sensibilità al problema, ovvero in città.

Per il centrosinistra le frazioni hanno rappresentato quel fattore di prossimità, di vicinanza che politici radicati sul territorio possono vantare. Un rapporto diretto con i cittadini che ha fatto la differenza, come dimostrano le bandierine delle preferenze piazzate dai vari candidati al consiglio come il rottigiano Salvadori, Belli (Montecastello), Della Bella (stazione) e Minuti (Fuori del ponte).

Finiti i festeggiamenti e le promesse di mettersi subito al lavoro, Franconi e la futura giunta dovranno rispettare i progetti illustrati in campagna elettorale, a partire da quel quartiere stazione di cui abbiamo sentito parlare tantissimo come tallone d'Achille di questa città. Sicurezza, percezione della sicurezza e quartiere stazione, sono argomenti sensibili e connessi tra loro.

Per quanto riguarda la stazione, o forse la nomea della stazione, questa si è allungata anche in altre zone della città, influenzandone probabilmente il voto, a favore di Bagnoli. Alcuni sondaggi pre-elettorali, fatti dal centrosinistra, sembravano rivelare che la percezione di insicurezza fosse un problema avvertito maggiormente in quel quartiere e poco nei restanti altri.

I progetti di Franconi sono ambiziosi e potenzialmente riqualificherebbero il tanto vituperato quartiere. In breve sono tre i punti focali:

spostamento della stazione dei bus da dove è adesso al vicino deposito Ctt. Al posto della stazione un parco verde

spostamento della sede della polizia locale da via Fratelli Bandiera al quartiere stazione, in uno dei fondi del Palazzo Rota. Un presidio di sicurezza in una zona sensibile

riqualificazione dell'edificio Crastan con la creazione di un centro commerciale

Franconi nel suo programma ha parlato anche delle opere previste in altri quartieri come i Villaggi e Fuori del ponte.

Un altro aiuto per i cittadini della stazione potrebbe essere rappresentato dall'arrivo dei vigili di quartiere, un progetto finanziato dalla Regione Toscana e che permetterà al Comune di schierare due coppie di agenti che agiranno a contatto con i cittadini, a partire proprio dal quartiere stazione e dai villaggi.

Insomma, ci sono cinque anni davanti. Bagnoli ha promesso un'opposizione ferma e dura, il centrodestra è più numeroso in consiglio comunale. La campagna elettorale è finita, così il tempo delle promesse. E' il momento di lavorare e iniziare a realizzare i programmi nonché concludere cosa era rimasto a metà, come ad esempio la rotatoria del Chiesino sulla Toscoromagnola. C'è anche da portare a compimento il pieno ripristino della strada di Patto. Il lavoro da fare non manca.

Il dettaglio dei voti ai due candidati sindaci nelle sezioni del centro e delle frazioni

Solo Pontedera: Bagnoli 4448 (51,36), Franconi 4213 (48,64)

Piazza dei pini (1-3): Bagnoli 737 (55,42), Franconi 593 (44,58). Voti validi: 1330

Pacinotti stazione (4-5): Franconi 425 (50,89), Bagnoli 410 (49,11). Voti validi: 835

Fermi (6-8): Bagnoli 677 (51,76), Franconi 631 (48,24). Voti validi: 1308 

Fuori del ponte (9-12): Franconi 897 (51,91), Bagnoli 831 (48,09). Voti validi: 1728 

Stazione villaggi (13-15): Bagnoli 561 (52,97), Franconi 498 (47,03). Voti validi: 1059

Pascoli Bellaria (16-20): Bagnoli 1232 (51,29), Franconi 1170 (48,71). Voti validi: 2402

Frazioni: Franconi 2655 (57,16), Bagnoli 1990 (42,84)

La Rotta (21-22): Franconi 707 (59,36), Bagnoli 484 (). Voti validi: 1191

Montecastello (23): Franconi 248 (71,88), Bagnoli 97 (28,12). Voti validi: 345

Treggiaia (24): Franconi 314 (54,04), Bagnoli 267 (45,96). Voti validi: 581

Il Romito (25-26): Franconi 474 (56,23), Bagnoli 369 (43,78). Voti validi: 843

La Borra (27-28): Franconi 572 (56,24), Bagnoli 445 (43,76). Voti validi: 1017

Santa Lucia (29): Franconi 335 (50,99), Bagnoli 322 (49,01). Voti validi: 657 

Ospedale (30): Franconi 5, Bagnoli 6

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Spettacoli

Attualità