QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità domenica 10 aprile 2016 ore 15:00

"I flussaggi non bastano"

Alcune cittadine replicano alle spiegazioni di Acque Spa sui fenomeni di intorbidamento dell'acqua corrente



PONTEDERA — Se il problema è conosciuto dal gestore, si risolvano le criticità perchè i flussaggi non bastano. E' questa in estrema sintesi la replica, in tre punti, che alcune cittadine di Pardossi fanno ad Acque Spa in merito ai fenomeni di intorbidamento dell'acqua corrente accaduti nei giorni scorsi.

Ecco di seguito la lettera integrale delle residenti di via Del Ceppo:

1. In data venerdì 1 aprile la segnalazione ad Acque è stata fatta, in nostra presenza, nella tarda mattinata, da un dipendente del Comune di Pontedera, presente in zona per altri compiti, sensibilizzato da noi abitanti nei confronti del problema.

2. Sabato 2 aprile esce sul sito Qui News Valdera la protesta di un nostro portavoce, e, contestualmente, la seguente risposta di Acque: «Dall'ufficio segnalazioni di Acque Spa i responsabili ci hanno fatto sapere che la segnalazione di via del Ceppo, giunta ieri, era stata risolta dal tecnico che era intervenuto Per Acque potrebbe essersi trattato di qualche perdita nelle vicinanze che ha reso torbida l'acqua di via del Ceppo oppure di lavori alle tubature nelle zone limitrofe». A tal proposito, la motivazione addotta dal gestore appare assai generica e di dubbia realtà, dacché non specifica in alcun modo il luogo del guasto, e non si è visto nessun tecnico di Acque nella zona; in più, perfino quanto aggiunto da Acque, ovvero che «potrebbe essersi trattato di un guasto», non si addice a una presa di cognizione seguita a un intervento in loco, ma pare più adatto ad una ipotesi di guasto da individuare.

3. In data 08/04 la nuova replica di Acque, che ammette l'esistenza del problema con una non meglio definita «storica conformazione della rete idrica», la quale «è soggetta più di altre a fenomeni di sedimentazione e conseguenti problemi di torbidità». Acque inoltre asserisce che «a seguito degli articoli, siamo intervenuti lunedì 5 aprile, individuando un guasto occulto che stava provocando abbassamenti di pressione e inversione di flusso in alcune condotte nelle zone adiacenti a via del Ceppo. È stata immediatamente effettuata la riparazione e un intervento localizzato di flussaggio che ha riportato la regolare erogazione».

Risulta curioso che il venerdì si affermi di aver riparato un guasto nella zona, e che poi il lunedì successivo si dichiari - sempre senza mai entrare nello specifico - di aver individuato ancora un guasto.
Infine, stando a quanto affermato da Acque, sembra emergere che noi cittadini di via Del Ceppo non telefoniamo mai al numero verde deputato alle segnalazioni dei guasti; ciò non risponde a verità, come possono benissimo verificare.
Fatto è invece che alle telefonate non si ottiene riscontro: forse con interventi sulla stampa si ottengono maggiori riscontri e risposte, o no?

Ci interessa che, a maggior ragione se il problema è conosciuto dal gestore, Acque risolva le criticità. Criticità che i «flussaggi» effettuati non sono mai bastati a smorzare, come dimostrano le condizioni dei filtri alle tubature delle abitazioni.

Le residenti: Paola Orsini, Tiziana Menichini, Donatella Malizioso.



Tag

Evasione fiscale, Mattarella agli studenti: «Fenomeno indecente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca