QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°17° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 14 novembre 2019

Attualità domenica 22 gennaio 2017 ore 12:40

La città ricorda i bombardamenti del gennaio 1944

Dopo la messa in Duomo, un corteo ha sfilato fino al municipio e in piazza della Corcordia



PONTEDERA — Stamani, domenica 22 gennaio, la città ha reso omaggio ai caduti dei bombardamenti del gennaio 1944.

Dopo la celebrazione della messa al Duomo, un corteo ha sfilato fino a piazza Cavour per la deposizione di una corona di alloro alla lapide presso il Palazzo Comunale, poi fino a piazza della Concordia per la deposizione di un'altra corona di alloro alla lapide che ricorda le vittime dei bombardamenti del 1944.

E' intervenuto il sindaco Simone Millozzi e per le strade della città ha suonato la Filarmonica “Volere è Potere”.

Nel giorno dell’Epifania del 1944, quando la Seconda guerra mondiale stava avviandosi verso la conclusione, la città di Pontedera fu colpita dai primi bombardamenti nella zona della stazione ferroviaria, vicino agli stabilimenti della Piaggio.

Del resto, Pontedera costituiva in quel periodo storico un importante centro strategico per la produzione e l’industria bellica: infatti, durante gli anni del conflitto, la Piaggio si dedicò alla progettazione e alla costruzione di bombardieri per la Regia Aeronautica. Mentre a seguito del bombardamento del 6 gennaio non vi furono sostanzialmente né danni, né vittime, i successivi attacchi del 18, 21 e 22 gennaio risultarono essere devastanti. Durante queste tre giornate, e in particolare nella prima, morirono un centinaio di persone, la maggior parte sfollate, oltre a essere distrutte case ed edifici. 



Tag

Dolomiti, caos e disagi per la neve

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità