QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°39° 
Domani 22°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 26 giugno 2019

Politica domenica 27 gennaio 2019 ore 15:25

Lega e Forza Italia non vogliono le primarie

Bagnoli e Vannozzi (Fdi) le hanno date per scontate lanciando la lista "Pontedera SiCura". Ma le altre forze di centrodestra non ci stanno



PONTEDERA — Lega e Forza Italia girano le spalle all'idea di svolgere primarie di centrodestra, richieste - per non dire date per scontate ("ci saranno a marzo", avevano assicurato) - da Matteo Bagnoli e Giorgio Vannozzi, responsabili per Fratelli d'Italia a livello comunale e provinciale.

Per Daniele Baroni, segretario comunale della Lega, riguardo le primarie "la base a cui abbiamo sottoposto democraticamente il giudizio, ritiene che sia una prevalente peculiarità della sinistra. Allo stesso tempo crediamo fortemente che con i nostri amici alleati troveremo una candidatura condivisa".

Stesso discorso da Forza Italia. I responsabili Alessandro Rocchi (comunale) e Raffaella Bonsange (provinciale), dicono che "niente abbiamo contro questo strumento democratico, ma tale strumento è da noi ritenuto vecchio e già fallito nello stesso PD. E’ uno strumento che ha solo una funzione propagandistica".

"FI - aggiungono i due -, in accordo con i suoi alleati, la LEGA e FDI, sono impegnati a trovare un candidato a sindaco che sia la soluzione migliore per riportare sicurezza, decoro e lavoro in una città che soffre e ha bisogno urgente di cambiamento". E ancora: "Il senso di responsabilità e la ferma volontà di vincere, anche grazie al ruolo di mediazione del nostro partito, confidiamo possa portare ad una sintesi e alla proposta di governo della città, come i pontederesi si attendono e meritano". 

Dunque posizioni pressoché simili da Lega e Forza Italia, mentre quello di Fratelli d'Italia appare a posteriori un tentativo fallito di forzare la mano, per misurare con le primarie l'effettivo peso dei partiti nell'elettorato di centrodestra. L'arrocco dei due vecchi alleati, Lega in primis, appare non negoziabile.

Immediata la replica di Bagnoli e Vannozzi che si dicono "sconcertati dalle dichiarazioni di Baroni che forse è confuso visto che aveva dato la sua disponibilità alle primarie non a parole ma con un documento scritto, firmato e inviatoci in settimana". 

"Ricordiamo all’amico leghista - aggiungono gli esponenti di Fratelli d'Italia - che per noi essere di sinistra è votare il reddito di cittadinanza che andrà anche a rom e immigrati. Comunque ribadiamo che il nostro partito è nato sulle primarie e le condivide da sempre, se poi l’amico Baroni ha paura di misurarsi non ci sono problemi basta dirlo. Noi comunque le primarie le abbiamo chieste e le continuano a chiedere a tutta la coalizione e abbiamo già individuato il nostro candidato: sarà un uomo di destra, professionista da sempre innamorato e impegnato per far grande Pontedera e la Valdera".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cronaca

Politica