Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PONTEDERA16°32°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 28 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Checco Zalone torna con un nuovo video (animato): «Sulla barca dell'oligarca»

Attualità giovedì 22 settembre 2016 ore 09:05

L'occhio del T-red incastra venti auto al giorno

L'incrocio al Chiesino (immagine dal video Facebook di Simone Millozzi)

Millozzi pubblica i video delle infrazioni al semaforo del Chiesino. Ancora polemiche. Il sindaco: "Comportamenti scellerati"



PONTEDERA — C'è chi torna a chiedere la rotatoria prima dell'incidente e chi punta il dito su una presunta volontà di fare cassa. Ma il messaggio del primo cittadino di Pontedera Simone Millozzi appare chiaro: "Ad esclusiva tutela di una viabilità più sicura abbiamo installato un impianto semaforico capace di rilevare, oltre ogni ragionevole dubbio, una delle infrazioni più gravi e pericolose: il passaggio con il rosso verso cui è davvero difficile trovare giustificazioni, alibi o attenuanti di alcun tipo".

Le clip pubblicate dal sindaco documentano l'alto numero di trasgressori che non si fanno scrupolo di solcare l'incrocio a luce rossa accesa. Comportamenti che il primo cittadino non esita a definire "scellerati". Millozzi ha anche informato che sono stati oggetto di sanzione soltanto coloro che, con la luce rossa, proseguono la marcia: "Il sistema è certificato e tarato secondo i parametri di legge per consentire a chi procede a velocità moderata di arrestarsi in tempo al segnale di rosso che, tengo a precisare, scatta dopo minimo 4 secondi del segnale giallo di pre-allerta" ha puntualizzato il sindaco.

Che difende la sua scelta: "Siamo certi che, come verificatosi in altre zone ed altri comuni, la deterrenza di questo sistema porterà ad un progressivo miglioramento della sicurezza stradale in quel tratto e la graduale diminuzione delle infrazioni rilevate che nelle prime settimane di esercizio dell'impianto si attestano su una media di circa 20 infrazioni giornaliere".

Il T-red è entrato in funzione ad agosto. Sono dunque centinaia le contravvenzioni rilevate. Eppure c'è ancora chi accusa la scelta del semaforo o la pericolosità dell'incrocio piuttosto che prendersela con i trasgressori: "A coloro che hanno contestato questa scelta dell'amministrazione ho sempre risposto con quella che mi pare una ovvietà - ha ribattuto Millozzi - arrestarsi ad un semaforo rosso non è solo un dovere imposto dalle norme e dal buon senso ma, soprattutto, una forma di rispetto nei confronti dell'incolumità della stragrande maggioranza delle persone che sono alla guida e che si attengono alle regole.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 50 anni da quando Giovanni Meini, Silvano Bibbiani, Rodolfo Taviani e Nicola Pisciscelli, fondarono l’azienda nel 1972. MPT plastica s.r.l., oggi rappresenta una realtà cardine nel settore della produzione di stampi e dello stampaggio ad iniezione di materie plastiche.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità