comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21°33° 
Domani 22°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 07 agosto 2020
corriere tv
La Gaiola, da discarica abusiva a riserva marina

Attualità mercoledì 05 ottobre 2016 ore 13:15

"Mancano infermieri, ospedale Lotti al collasso"

L'allarme di Carbocci, Nursind: "Ne mancano almeno sedici, ci sono lavoratori che hanno cento giorni di ferie arretrate, si fanno troppi straordinari"



PONTEDERA — Personale che manca in vari reparti, infermieri con cento giorni di ferie arretrate, uso smodato degli straordinari. L'allarme sull'ospedale Lotti è stato lanciato da Daniele Carbocci della segreteria territoriale del sindacato Nursind: "La situazione della mancanza di personale infermieristico e Oss nella ex USL 5 sta diventando estremamente pericolosa per la sicurezza dei pazienti e la salute degli operatori". Carbocci ha fatto sapere che è pronta una denuncia che verrà presentata nei prossimi giorni alla Direzione territoriale del lavoro.

Il bilancio tracciato da Carbocci è preoccupante: "In tutte le Unità Operative del PO di Pontedera ci sono buchi nella dotazione organica e il personale infermieristico viene costretto a orari massacranti per riuscire a coprire a turni di lavoro. I turni del personale sono infatti coperti ricorrendo a forzature della normativa che fanno si che gli infermieri non possano godere dei riposti previsti".

Il sindacalista Nursind ha fatto un quadro da cui emerge che sono almeno 16 gli infermieri che andrebbero assunti per colmare le lacune: "Solo al Blocco Operatorio, sono 4 gli infermieri che mancano: questo comporta un numero esiguo di personale in servizio durante le sedute operatorie e un elevato carico di turni di pronta disponibilità (fino a 10 giorni contro i 6 previsti dal contratto) che incidono in modo importante sulla stanchezza degli operatori. In particolare in questo periodo, oltre alla carenza strutturale di infermieri, due assenze per malattia e gravidanza che portano il conto totale degli infermieri mancanti a ben 6 unità su un organico complessivo di 27".

"Alla CO del 118 - ha ripreso Carbocci - mancano 5 infermieri considerato che non è mai stato coperto il presidio di Peccioli e che quindi per coprirlo si obbligano gli infermieri a fare orario straordinario. Al pronto soccorso ne mancano 3 (e nell’organico ci sono ben 6 precari). Carenza di personale anche all’Utic dove mancano 2 infermieri".

Nel resto dei reparti "la dotazione organica di personale infermieristico non garantisce la copertura di ferie, malattie e permessi, quindi per coprire i turni si costringe il personale a orario straordinario e a turni che non rispettano la normativa sull’orario di lavoro".

Per quanto riguarda le ferie accumulate Carbocci ha detto: "Ci sono infermieri che hanno cumuli di ferie arretrate che arrivano a 60/70 con punte fino a 100 giorni arretrati, per non contare le ore di straordinario accumulate che in moltissimi casi superano le 60".

"Non meno preoccupante - secondo Carbocci - è la situazione del personale Oss: anche per quest’ultimo personale, la carenza fa sì che vi sia il ricorso ad un uso esagerato dello straordinario. Già a maggio avevamo denunciato la situazione critica delle dotazioni di infermieri chiedendo un intervento della Direzione Aziendale che evidentemente non c’è stato".

"Arrivati a questo punto - ha concluso Carbocci - non possiamo far altro che segnalare la situazione alla Direzione Provinciale del Lavoro affinché verifichi le violazioni alla normativa sull’orario di lavoro e siano applicate le sanzioni previste dalla legge. Nei prossimi giorni verrà quindi inviato alla DPL di Pisa una formale denuncia corredata dei tabulati orari degli infermieri che sono stati costretti a lavorare al di fuori di quanto previsto dalla normativa".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità