QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 15°20° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 19 settembre 2019

Attualità venerdì 30 settembre 2016 ore 16:00

Dodici milioni di euro per la sanità in Valdera

Sbloccati dal governo i fondi regionali: restaurazioni al Lotti, a Ponsacco un nuovo distretto sanitario e una Casa della salute, come a Bientina



PONTEDERA — Dodici milioni di euro di investimenti sul territorio grazie allo sblocco dei finanziamenti del governo. L'importante accordo è stato presentato nella sede Asl di via Fantozzi a Pontedera: "E' una giornata importante per la Valdera - ha detto il presidente della Società della salute e sindaco di Pontedera Simone Millozzi - lo sblocco dei fondi da parte del governo permette alla Regione Toscana di sbloccare fondi per la sanità territoriale e per quella ospedaliera".

I lavori, per un importo totale di 11 milioni e 700mila euro, riguardano l'ospedale Lotti e i Comuni di Ponsacco e Bientina. 

Al Lotti verrà costruito il nuovo reparto dialisi da 23 posti (finanziamento di oltre 3 milioni e 300 mila euro) e verranno fatti interventi di ristrutturazione delle sale operatorie, del reparto di rianimazione e all'accoglienza e assistenza dei pazienti oncologici (finanziamenti per 3 milioni e 800mila euro). A questi interventi strutturali si affiancheranno l’acquisizione di nuove apparecchiature elettromedicali in modo da assicurare un adeguamento del tasso tecnologico ai progressi strumentali e professionali del settore per due milioni di euro. Tali acquisizioni serviranno a sostituire e ad acquistare strumenti sia per l’ospedale sia per i distretti e gli ambulatori territoriali

Nel distretto di Ponsacco è stato firmato l’accordo per il completamento della RSA destinandola a nuovo distretto Socio Sanitario (al piano terra), in quanto quello attuale non è più adeguato, e a sede del dipartimento della prevenzione. 

Con la realizzazione del nuovo distretto a ponsacchino, sarà possibile attivare una Casa della Salute anche a Ponsacco. L’intero intervento avrà un costo di 3 milioni e 600mila euro finanziati dalla Regione Toscana grazie ai fondi sboccati dal governo (3.178.160 euro) e dalla Asl Toscana nord ovest (421.840 euro). Con la firma dell’accordo il Comune di Ponsacco si impegna anche ad attivare le procedure idonee per dotarsi degli immobili da destinare alle attività dei centri diurni anziani e disabili, in quanto entrambi collocati in spazi non più adeguati alle attuali necessità. 

A Bientina è in arrivo una Casa della Salute e il Centro Diurno Anziani, nonché la Casa Famiglia Psichici. La nuova Casa della Salute sarà realizzata grazie alla firma dell’accordo tra Società della Salute, Comune di Bientina e ASL e si andrà ad insediare nell’area già destinata nel piano urbanistico a funzioni socio-sanitarie, dove sono presenti la nuova RSA, il Centro Diurno per anziani non autosufficienti e la Casa Famiglia Psichici che si è già trasferita nell’edificio denominato R.A., andando con ciò a costituire, di fatto, un polo socio-sanitario di riferimento per i diversi bisogni della cittadinanza. Il costo complessivo dell’intero progetto è di circa 2 milioni e 800mila euro. Con la sottoscrizione dell’accordo l’ASL si impegna ad inserire le risorse necessarie per la realizzazione della Casa della Salute nel piano degli investimenti 2017-2019. Inoltre il Comune di Bientina si impegna a cedere all’ASL la proprietà della RA di via Caduti di Piavola che verrà adeguata e destinata a Centro Diurno Anziani (piano terra) e a Casa Famiglia Psichici (primo piano), già trasferita. Nello stesso tempo l’appartamento in Via Matteotti n.4, sede precedente della Casa Famiglia Psichici, di proprietà dell’Azienda USL, verrà trasferito in proprietà al Comune di Bientina.

Il direttore dell'Asl Toscana nord ovest Maria Teresa De Lauretis ha salutato con soddisfazione i nuovi progetti. Per quanto riguarda i tempi di realizzazione De Lauretis ha chiarito che ci vorrà circa un anno per progettare e assegnare i lavori. I cantieri dovrebbero aprirsi entro il 2017, salvo che a Ponsacco dove alcune opere sono più avanti coi tempi.

La sindaca di Ponsacco Francesca Brogi ha ringraziato Asl, Regione Toscana e Società della salute. Soddisfatto anche il presidente dell'Unione Valdera Corrado Guidi: "Il nostro diventa un distretto di mille metri quadri, fino ad ora era di 400. Sarà più in linea con le idee di cura che abbiamo sviluppato, a Bientina arrivano pazienti anche dalla lucchesia".

La presentazione di questi investimenti è stata anche l'occasione per vedere insieme Guidi, Millozzi e Brogi. Ponsexit sarà definitivo il 1 gennaio. Alla domanda sull'importanza che l'Unione Valdera ha avuto in questo processo che ha portato a investimenti sulla sanità in Valdera Guidi ha risposto difendendo le politiche collettive e non quelle di campanile: "Siamo a firmare protocolli - ha sottolineato Guidi - in cui si ribadisce che sono importanti politiche di territorio. La presenza simultanea di 14 sindaci nell'Unione facilitava l'incontro, ci vedevamo quattro volte al mese". Anche Millozzi ha ribadito: "Da soli non si va da nessuna parte, casi che capitano da gestire ai Comuni, come una famiglia da seguire o un minore non accompagnato possono scombussolare il bilancio di un Comune, se ci si ritrova a gestirli da soli".



Tag

Pd, Marcucci: «Scelta di Renzi sbagliata, io resto e metto a disposizione mio ruolo capogruppo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Sport

Attualità