QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°16° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Cronaca martedì 16 aprile 2019 ore 13:00

In manette il rapinatore che colpì al bancomat

Due settimane fa l'uomo ne aveva colpito un altro con un tergicristallo dopo che questi aveva appena fatto un prelievo. Operazione dei carabinieri



PONTEDERA — Tre distinte operazioni dei carabinieri sono avvenute lunedì pomeriggio a Pontedera.

Nella prima i militari hanno arrestato un cittadino marocchino di 44 anni. L'uomo era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Pisa, perché ritenuto responsabile di una rapina aggravata commessa a Pontedera il 1 aprile.

In quell’occasione il 44enne, dopo aver minacciato un italiano 34enne, intimandogli di consegnare il denaro appena prelevato dallo sportello bancomat, lo aveva aggredito colpendolo con un tergicristallo strappato da un’auto parcheggiata nelle vicinanze, facendolo cadere e riuscendo ad impossessarsi del portafoglio contenente 50 euro. L’arrestato è stato portato nel carcere di Pisa.

Secondo intervento, sempre nel pomeriggio di ieri. I carabinieri di Pontedera hanno arrestato un senegalese di 50 anni per evasione dai domiciliari, dove era recluso per reati connessi allo spaccio di stupefacenti.

L'uomo è stato trovato in una sala scommesse, mentre giocava alle slot machine. E' stato portato in  caserma e poi di nuovo nella propria abitazione, in attesa del giudizio direttissimo fissato nella mattinata odierna al Tribunale di Pisa.

Ancora nel pomeriggio di ieri, terzo intervento, sempre a Pontedera, i carabinieri hanno arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio un marocchino 26enne. Il giovane è stato individuato e bloccato lungo l’argine del fiume Era, all’altezza di via del Molino

Dopo la perquisizione è risultato essere in possesso di 14 dosi di cocaina, occultate in un involucro rinvenuto all’interno della tasca del giubbotto. E’ stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo fissato nella mattinata odierna davanti al Tribunale di Pisa. 



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca