QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°21° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità giovedì 12 novembre 2015 ore 14:10

Pubblica Assistenza, nuovi metri per nuovi servizi

Il bilancio attivo consentirà l'ampliamento della sede. Novità anche in campo diagnostico con strumenti per la risonanza alla cervicale



PONTEDERA — Una nuova apparecchiatura di risonanza magnetica alla cervicale e un progetto di ampliamento sede da 600 metri quadri: sono queste le due principali novità presentate dal consiglio della Pubblica assistenza di Pontedera.

I due obiettivi (il primo già raggiunto, il secondo in fase di attuazione) rientrano in un percorso di sviluppo che l'Assistenza si era prefissata dopo il rinnovo del consiglio: "Possiamo dividere la recente storia dell'Assistenza in tre fasi - ha chiarito il presidente Claudio Ciabatti. - La prima è stata il pareggio di bilancio, che abbiamo raggiunto con successo; la seconda fase ha coinciso con la pianificazione di uno sviluppo dei servizi, e la terza con l'impegno a recepire le istanze dei cittadini, sia sul piano sociale che su quello sanitario".

L'acquisto dell'apparecchiatura, in particolare, rappresenta l'attuazione di questi passaggi: "Abbiamo verificato che sul territorio mancava la possibilità di fare delle risonanze magnetiche alla rachide, ovvero alla cervicale e alla colonna lombare, sebbene non al cranio - continua Ciabatti. - Finora era possibile prenotare l'esame solo per ginocchio, spalla e simili. Abbiamo sostituito la vecchia macchina di risonanza con una nuova che permette di estendere il servizio e va ad aggiungersi ai già presenti macchinari di ecografia e radiologia convenzionale ".

Per utilizzare il servizio sarà necessario prenotare attraverso i Cup (centri unificati di prenotazione) oppure fissando un appuntamento diretto (a prezzo maggiorato) direttamente con la Pubblica assistenza. Tutte le attività sono comunque convenzionate con il sistema sanitario regionale e pertanto i costi sono quelli fissati dalla Regione.

L'altra novità riguarda i locali dell'attuale sede in via Profeti: inaugurata nel maggio 2001, dopo 14 anni non è più sufficiente ad ospitare le numerose attività del centro. Ecco allora il piano di ampliamento per una sezione a due piani ampia 600 metri quadri.

La nuova struttura dovrebbe sorgere nel parcheggio dietro alla sede e avere un costo complessivo di circa un milione di euro. Se la cifra appare da capogiro, Ciabatti rassicura: "Per attuare il progetto useremo i nostri fondi e un finanziamento bancario: i conti dell'Assistenza sono in ordine e in crescita, le prestazioni e il fatturato salgono del 15 per cento circa all'anno e ci permettono di affrontare senza affanno un simile impegno".

Il progetto è ancora in fase di elaborazione ma dovrebbe essere presentato al Comune nel 2016. Nel frattempo il consiglio, numeri alla mano, ripercorre i dati di una crescita esponenziale: "La nostra realtà conta 2mila soci - conclude Ciabatti - con più di 70 volontari attivi nei vari servizi di assistenza e un incremento annuale dei soci del 5 per cento".



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Cronaca