QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 6° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 12 dicembre 2019

Spettacoli martedì 15 dicembre 2015 ore 16:45

Paola conquista il terzo posto e scrive un libro

La piccola attrice sale sul podio grazie a una performance strappalacrime e dedica un racconto ad Anna Stigsgaard. "Vorrei recitare al Teatro Era"



PONTEDERA — "E' brava... è proprio brava". Il labiale compare sulla bocca tremante della giudice mentre Paola recita il suo monologo. Vestitino giallo, (uno dei suoi preferiti) e il cappello di paglia, quello che le ha regalato il nonno, cui ha dedicato il brano recitato, da lei stessa scritto, seguendo i consigli e le letture che quella figura così importante e paterna le ha trasmesso prima di andarsene.

"E' brava... è proprio brava" dice la giudice e sembra non trovare altre parole per descrivere in modo compiuto il fiume d'emozioni che la performance di Paola le scatena dentro. Come darle torto? Gli occhi di Simona Boriani, attrice, si riempono di lacrime insieme a quelli di Paola, mossa a commozione dalle sue stesse parole, cariche della passione dell'empatia che solo l'amore più profondo può generare. Lacrime che non hanno il gusto amaro dell''ambiguità: recitate, sì, ma al tempo stesso vive, sincere, prive di fronzoli.

Dopo sette puntate il talent show di Mediaset intitolato Tra sogno e realtà giunge al termine e la performance di Paola va in onda in versione integrale: il pubblico da casa può infine misurare compiutamente il talento della piccola cantante pontederese assistendo a un'esibizione che allaccia un nodo in gola e, al tempo stesso, quasi creando un corto circuito, spinge al sorriso. Viene da sorridere per la bravura di Paola, per la sua interpretazione appassionata, semplice, naturale.

Paola viene chiamata dalla conduttrice Emanuela Folliero dopo circa mezzora di trasmissione. Il monologo è ancora quello dedicato al nonno scomparso. "Dove sei? - chiede Paola - te le ricordi le storie che mi raccontavi? Quando iniziai a scrivere le mie, tu piangesti". Ha il tono di una conversazione a due ma sembra svolgersi lontano dal palco, come una riflessione introspettiva, un tributo a una persona cara che è anche un modo per elaborarne la perdita, impreziosirne il ricordo.

"Parlavamo spesso noi due - continua Paola - Oh, come mi ascoltavi... se sono qui, in questo palco, e per te. Li vedi? Li senti i miei versi?". Su questa invocazione c'è come uno slancio, la possibilità di una riconquista: il legame è più forte, la scrittura lo rinsalda. Poi Paola canta questo legame ma la sua voce si blocca: una mano sulla bocca, silenzio. Forse troppa emozione. Riprende, incitata dalla giuria, ma si ferma di nuovo e stavolta ricominciare è dura; ci vogliono lunghi secondi e un applauso scrosciante per rimetterla in carreggiata. Eppure, nessun imbarazzo: anche questo è naturale. Succede. E allora avanti, fino alla fine.

Paola conquista il terzo posto. Ha solo 11 anni ma l'impatto della sua presenza scenica è scolpito sulla faccia degli spettatori, nei commenti dei giudici, è davanti agli occhi di tutti. "Ora voglio recitare a teatro" ha detto alla madre Rudina Hakani, che ci spiega: "Paola ha suscitato un grande interesse e sono già state avanzate ipotesi di collaborazione, ma Paola mi ha confessato che preferirebbe recitare sul palco di un teatro". In particolare, la piccola Lushnjani, segnata dalla collaborazione con la regista Anna Stigsgaard, pensa al Teatro Era.

Questo il suo nuovo sogno. "Ma Stigsgaard  si trova a Bari per lavoro e noi non abbiamo conoscenze - prosegue Rudina - sarebbe un vero peccato se Paola non coltivasse questo suo talento, io però non sarei in grado di aiutarla, ci vogliono dei professionisti. Lei stessa ha nominato Roberto Bacci, non so se la cosa è possibile". Rudina lancia un appello: "Se qualcuno vorrà darci un suggerimento, saremo felici di ascoltarlo".

Nel frattempo, Paola ha scritto un libro, un'antologia di racconti dedicati a persone diverse; una di queste storie è dedicata alla stessa Anna Stigsgaard. Il libro sarà presto pubblicato da una casa editrice della zona.

L'ultima esibizione è visibile seguendo questo link.

Filippo Bernardeschi
© Riproduzione riservata



Tag

Mes, Lucidi annuncia voto in dissenso, contestato dalla ex-M5s Nugnes e dai compagni di gruppo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Spettacoli