Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PONTEDERA18°26°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 27 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Francia, Macron colpito da un uovo a Lione: contestatore centra il presidente

Cronaca mercoledì 30 ottobre 2019 ore 13:24

La polizia sequestra il distributore di canapa

L'apparecchio automatico si trova in via Roma, vengono vendute confezioni con infiorescenze di canapa. Segnalato il titolare, un giovane di Calcinaia



PONTEDERA — Polizia e municipale sono intervenute per sequestrare (sequestro preventivo d’urgenza) il distributore automatico di canapa situato in via Roma 66 a Pontedera. Il titolare dell'apparecchio, un giovane di 25 anni incensurato di Calcinaia, è stato segnalato in stato di libertà in quanto è stato ipotizzato il reato di commercializzazione di sostanze stupefacenti.

Alla base del sequestro il fatto che sono in vendita prodotti con una percentuale di Thc, il principio attivo, mentre, secondo quanto riferito da polizia e municipale i prodotti in vendita non possono contenere principio attivo.

Il distributore vende confezioni con essenze, profumi e infiorescenze di canapa. Dal commissariato hanno spiegato che "la canapa sativa L. è la pianta dalla cui infiorescenza si ricava l’hashish mentre dalla resina deriva la marijuana. La coltivazione della pianta è consentita senza autorizzazione, prevista solo per le specifiche attività indicate nell’art. 1 della legge 242/2016, la quale esonera da responsabilità penale il coltivatore nel caso in cui venga riscontrato la presenza di Thc inferiore al 0,6 per cento".

La polizia ha spiegato il motivo del sequestro: "Tale esimente dalla parte preponderante della giurisprudenza non viene riconosciuta invece al venditore. L’indirizzo giurisprudenziale è stato confermato anche da una specifica sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione la quale, in base al principio di non offensività, ha ammesso la libera vendita solo se nei predetti derivati sia escluso qualsiasi percentuale di Thc".

"Le confezioni - hanno aggiunto dal commissariato di Piazza Trieste - dai nomi accattivanti quali Deep Purple, Cherry kush, Orange Bud, Cream Mandarine, Strawberry, Lemon Candy e similari, contenenti percentuali di Thc indicate sulla confezione, sono state sottoposte a sequestro per le analisi e mentre al distributore sono stati apposti i sigilli".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Battuto il record del mondo, la zucca da 1226 chili entra nel Guinness World Record. La pesa dello "zuccone" al Big Pumpkin Festival di Peccioli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Giovanna Coppola Ved. Iovine

Lunedì 27 Settembre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca