comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18° 
Domani 10°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 05 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, Sharon Stone (commossa) ringrazia la Croce Rossa italiana: «Vi ammiro, sono con voi»

Lavoro martedì 11 febbraio 2020 ore 09:51

Referendum in Piaggio tra sì, no e non voto

I lavoratori sono chiamati a ratificare o respingere l'accordo siglato da Fiom, Fim e Uilm con l'azienda. Discordanze sui sabati lavorativi



PONTEDERA — Clima caldo negli stabilimenti del Gruppo Piaggio, in particolar modo a Pontedera, dove in vista del referendum sulla proposta di accordo sul contratto integrativo si moltiplicano i distinguo fra i sindacati e si fanno più pesanti i toni. La posizione dell'Usb, che ha invitato al non voto, viene duramente criticata dall'Sgb, schierato per il no. Mentre la Uglm invita a dire sì alla proposta d'accordo.

"A cosa e a chi serve non andare a votare?" domandano dal Sindacato generale di Base: "Serve alla Piaggio - argomentano - per meglio fare passare i sabati lavorativi e più sfruttamento attraverso questa fantomatica commissione tempi che assieme al padrone lavorerà per aumentare i ritmi di lavoro. Serve ai sindacati complici che hanno fatto apposta un accordo di Gruppo Piaggio per meglio fare passare quanto detto sopra, ma anche per dare un colpo definitivo all'opposizione operaia in fabbrica che si ostina a non voler piegare la testa. Sarebbe stato importante che il fronte contrario a questo accordo alla Piaggio di Pontedera fosse compatto per il NO, perché una forte percentuale dei contrari sarebbe sindacalmente importante e avrebbe reso lo stesso accordo di non facile gestione".

La Uglm, invece, conferma la sua posizione favorevole all'accordo siglato da Fiom, Fim e Uilm. "La ragione della nostra firma all’ipotesi di accordo - spiegano dalla Rsu Ugl Piaggio - è soprattutto nel non lasciare l’azienda muoversi senza alcuna verifica in ogni campo che riguarda i diritti dei lavoratori. Attraverso le commissioni avremo la possibilità di intervenire in tutte quelle problematiche che riguardano i dipendenti: dalle condizioni di lavoro ai riconoscimenti professionali, dagli investimenti per portare più lavoro durante tutto l’anno, all’occupazione, e non ultimo dai carichi di lavoro alla sicurezza. Inoltre la mancata occasione su questo accordo porterebbe ad un nulla di fatto per i prossimi anni permettendo all’azienda di agire indisturbata senza un quadro definito sulle relazioni sindacali . In quanto al premio di risultato esso si concretizza in un graduale aumento salariale a fronte di anni senza mai avere ottenuto un qualsiasi risultato a beneficio dei lavoratori! Queste sono le ragioni per un SI al referendum, un SI che permetterà di costruire una più giusta vita lavorativa per tutti".

Le operazioni di voto si svolgeranno in tre giornate, a partire da domani. Da capire quanto peserà nell'urna la spaccatura nella Fiom, con i vertici provinciali che difendono l'accordo e la Rsu che lo critica duramente.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità