Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA13°27°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Cronaca sabato 09 luglio 2016 ore 11:31

Resta ai domiciliari la conducente della Lancia Y

La ragazza di 23 anni ha raccontato le ore prima del tragico incidente. Oggi i funerali di Lorenzo. Espiantati alcuni organi di Sara



PONTEDERA — Resta agli arresti domiciliari la ragazza di 23 anni di Pontedera che nella notte di martedì scorso ha travolto e ucciso i due giovani in motorino lungo via della Colline per Legoli, Lorenzo Malacarne morto sul colpo e Sara Cicciotto deceduta alcuni giorni dopo per i gravi traumi riportati.

La giovane conducente della Lancia Y grigia accusata di duplice omicidio colposo stradale ha raccontato al giudice le ore precedenti al tragico incidente. La ragazza avrebbe cenato a casa di amici, dove ha bevuto del vino; poi sarebbe uscita per le aperture serali dei negozi in centro ma non avrebbe bevuto più nulla.

Nonostante la giovane dica di aver bevuto ore prima rispetto all'incidente, dopo il dramma è risultata con valori alcolemici nel sangue di tre volte superiori al limite consentito. Durante le prime fasi di soccorso, lo stato di ebbrezza della ragazza non era emerso, ma dagli esami diagnostici effettuati successivamente al pronto soccorso sì.

Secondo la nuova legge sull'omicidio stradale, quando il conducente viene trovato in stato di ebrezza e le vittime sono più di una, si rischia una pena fino a 18 anni.

Intanto, nel pomeriggio di oggi alle 16,30 nella chiesa di San Giovanni Evangelista a Ponsacco si terranno i funerali di Lorenzo. Mentre, sempre in giornata dovrebbe essere affidato l’incarico per l'autopsia sulla salma di Sara, la cui famiglia ha deciso di donare gli organi per salvare altre vite di persone ammalate e in attesa di un trapianto. I medici hanno espiantato fegato, pancreas e reni.

Lunedì 11 luglio un tecnico ricostruirà l'esatta dinamica del drammatico incidente.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vigili del Fuoco sul posto per spegnere il rogo. Una persona ustionata è stata soccorsa dal 118. Ad andare a fuoco una tappezzeria
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità