Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PONTEDERA12°18°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità venerdì 15 giugno 2018 ore 16:11

Roma tra Almirante e Ferretti

Lando Ferretti e Giorgio Almirante

I rapporti fra politica e toponomastica sono sempre stati altalenanti secondo i tempi. Rutelli 'premiò' il pontederese già fascista, la Raggi boccia il leader del Msi. E Pontedera è vicino a Villa Torlonia



PONTEDERA — Il Movimento 5 Stelle di Roma si è spaccato in consiglio comunale sulla proposta, prima approvata a maggioranza e poi bocciata dalla sindaca Raggi che in un certo senso ha scavalcato il consiglio stesso, a Giorgio Almirante, l'ex fascista della Repubblica Sociale Italiana poi diventato leader del Msi su investitura, così si dice ma non è certo, dello stesso Mussolini che pochi giorni dopo sarà fucilato e poi appeso a capo all'ingiù a un distributore di piazzale Loreto. Negli ultimi anni del secolo scorso il sindaco di Roma Francesco Rutelli e la sua amministrazione di centrosinistra intestarono invece una strada, tuttora registrata nello stradario ufficiale,nel quartiere di Cinecittà al pontederese Lando Ferretti, già capo ufficio stampa del Duce col quale fu nella colonna in fuga verso la Valtellina e fermata dai partigiani a Dongo con Ferretti che si si salvò dalla fucilazione ottenendo rifugio da un partigiano che qualche mese prima aveva aiutato dopo un attentato antifascista nei pressi di Salò dove si era stanziato il governo della Repubblica Sociale. 

Anche Lando Ferretti, come Almirante, aderì poi al Msi e fu deputato, continuando ad amare ed aiutare la sua Pontedera che pure non gli ha mai voluto intitolare una strada nonostante le richieste, venute, ovviamente, dal centrodestra. Sei anni fa Il figlio di Ferretti fu però premiato dal comune al teatro Era perché suo padre aveva fondato nel 1912 l'Unione Sportiva Pontedera

I rapporti fra la toponomastica e la politica sono da sempre altalenanti più o meno in tutto il mondo. Certe piazze strade, come il Corso di Pontedera, hanno cambiato nome molte volte mentre reggono (per ora?) le intitolazioni a politici della seconda metà del '900 e di partiti dell'arco costituzionale come Togliatti, Moro, Berlinguer, personaggi e fatti del risorgimento e della prima guerra mondiale e ancora meglio le strade 'neutrali' intitolate a città, come quelle lungo l'asse di di Via Veneto: via Firenze, Torino, Milano, Genova... . 

Ma, per concludere, il nome di Pontedera è presente anche in una via di Roma vicino alla Tiburtina e villa Torlonia, che di strade ne ha talmente tante da dover evidentemente ricorrere anche a città minori per le intitolazioni.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarà un sistema per localizzare la musica ed evitare che si diffonda altrove. Sardelli:"Stiamo cercando di ovviare agli inevitabili problemi"
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Lina Pistolesi Ved.Guidotti

Mercoledì 12 Maggio 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS