QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°15° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 18 novembre 2019

Attualità giovedì 30 giugno 2016 ore 16:00

Strada di Patto, là sotto qualcosa non va

La relazione della ditta Giuliani ha evidenziato possibili vizi occulti nella realizzazione del sottofondo. Millozzi ha chiesto una perizia di parte



PONTEDERA — L'ultimo lotto della strada di Patto è chiuso dal 4 marzo ed è rimasto aperto per poco più di due anni. Si parla di circa 500 metri di strada che dalla rotatoria all'uscita Ponsacco della Fipili conducono verso Pontedera.

I lavori costarono all'epoca 7-800mila euro, la cifra riguarda solo ciò che viene definito sottofondo della strada e non i lavori di asfaltatura.

"Alla ditta Giuliani abbiamo chiesto come intervento prioritario la risoluzione dei problemi nel tratto finale della strada di Patto - ha spiegato il sindaco Simone Millozzi - per noi importantissimo". 

La ditta Giuliani srl, che ha vinto il bando per le asfaltature nel Comune di Pontedera, prima di procedere ai lavori ha voluto eseguire degli accertamenti non solo al manto stradale ma anche appunto al sottofondo: "Lo scorso 24 giugno - ha proseguito Millozzi - Giuliani ha fornito una documentazione in cui si evince che ci sono stati dei difetti nel sottofondo della strada, cioè sembrerebbero emergere dei vizi occulti che riguardano la portanza, la qualità e quantità. Questi documenti ci danno speranza di poter affidare a uno studio legale tecnico giuridico il compito di redigere una relazione tecnica di parte".

La questione quindi potrebbe finire in tribunale. Millozzi ha promesso di non fare sconti nella ricerca dei responsabili facendo riferimento anche all'esposto presentato dai consiglieri Domenico Pandolfi e Federica Barabotti di Forza Italia: "Questi passi servono per accelerare la riapertura - ha detto il sindaco - e sarò il primo che se emergessero aspetti penali porterà gli atti in procura. Continuo a sostenere che noi siamo parte lesa. Cercheremo tutti i responsabili, chiunque siano. Gli uffici del comune avevano approvato e collaudato le indagini sulla strada che provavano la realizzazione dei lavori ad opera d'arte. Oggi sembra che ci sia qualcosa che non va, abbiamo preso questa documentazione e abbiamo dato l'incarico allo studio legale Carrozza per un'indagine tecnica e giudiziaria che confermi quello che si percepisce dalla documentazione fornita dalla ditta Giuliani".

Millozzi ha ampliato il discorso anche agli altri lotti della tanto vituperata strada di Patto: "Se emergeranno vizi occulti sarà un punto di inizio - ha chiosato - e da lì andremo a riesaminare anche a ritroso gli altri lotti precedenti. Confermo che l'azienda che ha fatto i lavori non è fallita".
Il dirigente comunale Massimo Parrini ha spiegato che nel sottofondo ci sono sia materiali di riporto che di scavo. Parrini ha chiarito che il materiale trovato dalle analisi della ditta Giuliani sotto l'asfalto "non sarebbe conforme a quello che dovrebbe essere". La ditta Giuliani ha effettuato degli accertamenti esaminando in profondità il terreno, i precedenti collaudi fatti dagli uffici comunali "avevano dato esito positivo, con prove di carico eseguite da società incaricate".

Millozzi ha aggiunto che la ditta Giuliani non ha fatto un preventivo degli eventuali lavori da fare al sottofondo. Quindi per mettere mano al tratto interessato si dovranno attendere i tempi degli accertamenti delle responsabilità. Nell'esposto presentato da Forza Italia si parlava anche dello svincolo della fideiussione a favore dell'azienda che all'epoca fece i lavori. Millozzi e Parrini hanno chiarito che: "Con il collaudo c'è automaticamente lo svincolo della fideiussione".



Tag

Scontro Feltri-De Girolamo: «Tu mi interrompi, ma sta' zitta! Ma perché devi rompermi i c...?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Attualità