comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°22° 
Domani 14°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 04 giugno 2020
corriere tv
Coronavirus, Bersani: «Con centrodestra al governo i cimiteri non sarebbero bastati»

Lavoro domenica 12 gennaio 2020 ore 07:00

​Trenta attività in più nel 2019

Il commercio pontederese chiude l'anno con un bilancio in attivo. Puccinelli: "Mi dispiace per chi ha dovuto chiudere per vari motivi"



PONTEDERA — I numeri dicono questo: 85 aperture e 55 cessazioni nel 2019. Ovvero 30 attività in più (pur con la riserva di eventuali ritocchi al dato attuale dal quale potrebbero eventualmente scostarsi soltanto di poche unità). 

Pur con tutti i problemi esistenti da che mondo è mondo, a cominciare dalle perdite di attività storiche care a molti che hanno passato gli 'anta' a vantaggio di new entry, Pontedera si conferma e forse anche si rinforza, a paragone con altri centri, come città commerciale. Mentre il terzo millennio ha aumentato il tasso di ristoranti multietnici, negozi forniti di internet, supermercati e catene. E così via con al primo posto le pizzerie e i ristoranti-pizzerie autori di un inimmaginabile boom.
"Il trend è stato positivo - così il vicesindaco e assessore al commercio Puccinelli - e da parte nostra possiamo assicurare d'esser stati e di continuare di stare molto vicini alle muove attività e a quelle già esistenti. Abbiamo partecipato alle nuove aperture e a abbiamo cercato il dialogo con i commercianti perché il commercio dà un contributo importante alla città sia dal punto di vista economico che lavorativo".

E veniamo ad alcuni dati più specifici. Le nuove attività nel settore della somministrazione di alimenti e bevande sono state 14 di fronte a 8 chiusure. 49 le apertura di esercizi di prodotti non alimentari contro 37 chiusure, e nessuna nuova apertura né chiusura nel settore alimentari.
Per le medie strutture di vendita di prodotti non alimentari 2 aperture (Cina Market e Nichlo) e una chiusura (Benetton). 6 le aperture e 2 le chiusure fra gli acconciatori, una nuova attività nel settore trattamenti estetici e una nel tatuaggio (senza chiusure), 1 nuovo agriturismo, 3 aperture e 2 chiusure di affittacamere una chiusura nel settore di case e appartamenti vacanze, 1 nuova agenzia di viaggi con 2 chiusure e 7 nuove attività artigianali con 2 chiusure.
"Alcune chiusure - conclude Alessandro Puccinelli - sono legate anche ad aperture prive di una vera cultura di impresa. Quando si apre un'attività bisogna valutare molto bene il mercato di riferimento, partire da un business plan, non puntare all'improvvisazione e, ultimo consiglio, confrontarsi con le associazioni di categoria".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità