QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°28° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 15 settembre 2019

Attualità sabato 11 marzo 2017 ore 14:00

La prima pietra della nuova scuola in legno

L'istituto per le primarie sarà pronto entro un anno. Grieco: "In Toscana l'edilizia scolastica funziona". Cecchini: "E' un valore aggiunto"



CAPANNOLI — Volti sorridenti, sia quelli di tutti i bambini presenti che dei rappresentanti delle istituzioni. In una bella giornata di sole, quasi primaverile, l'assessora regionale all'istruzione Cristina Grieco, la sindaca di Capannoli Arianna Cecchini, la consigliera regionale Alessandra Nardini, la dirigente scolastica Lidia Sansone e i progettisti della Colucci and partners e di Campigli Legnami hanno presentato la nuova scuola primaria in legno di via Aldo Moro.

L'istituto andrà a completare il polo scolastico capannolese, affiancandosi alla scuola media e alla palestra sullo stesso lato della strada. La sindaca Cecchini ha detto che "In un anno o forse meno la scuola primaria è pronta. Si tratta di un edificio antisismico".

"In Toscana - ha detto l'assessora Grieco - stiamo meglio di altre regioni dal punto di vista dell'edilizia scolastica. Qui si costruisce. Il programma triennale delle opere è positivo. I progetti che sono già esecutivi, come quello presentato da Capannoli, hanno la priorità. Oggi mettiamo la prima pietra, poi ci rivediamo per il taglio del nastro". Nell'auditorium della era presente anche Alessandra Nardini, consigliera regionale nata proprio a Capannoli. 

Nardini, così come Cecchini ha frequentato le classi elementari nella vecchia scuola di via Volterrana, non più al passo coi tempi: "Abbiamo colto subito - ha aggiunto Cecchini - l'occasione dei finanziamenti presentando un progetto esecutivo, convinti che ci fossero le possibilità di costruire davvero. Su oltre 500 progetti siamo arrivati 22esimi". La scuola, come già avevamo detto in passato, costerà due milioni e 400mila euro. I due milioni saranno finanziati dalla Regione, il restante dalle casse del Comune.

Importante per la realizzazione del nuovo istituto anche la collaborazione della cittadinanza: "Non abbiamo avuto necessità di fare espropri - ha spiegato soddisfatta Cecchini - con i proprietari dei terreni abbiamo raggiunto accordi bonari. Questa scuola sarà un valore aggiunto".



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Cronaca