comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°17° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 25 maggio 2020
corriere tv
Isole Tremiti, traghetto Tirrenia finisce contro gli scogli

Politica venerdì 15 maggio 2015 ore 18:00

Sanità, Maurizio Ribechini al Lotti

Foto Mirko Melai
Foto Mirko Melai

Il candidato consigliere all'ospedale: "I tagli del governo Renzi non devono far diminuire tutele e diritti"



PONTEDERA — “Sì a una sanità pubblica, che garantisca a tutti e a tutte il diritto alla salute, in ogni zona della Toscana”. E' questo il concetto espresso stamani dal candidato consigliere Maurizio Ribechini all'ospedale Lotti di Pontedera.

L'esponente di Sì – Toscana a sinistra ha esposto il punto di vista della lista in tema di sanità: “La situazione della sanità toscana è sotto gli occhi di tutti: tanti cittadini si trovano a fronteggiare lunghe liste d’attesa e un sistema di compartecipazione alla spesa (ticket, percorso di digitalizzazione, etc.) che spesso li spingono a rivolgersi fuori del servizio pubblico, nel privato, e a pagare di tasca propria esami, prestazioni diagnostiche, visite specialistiche o, addirittura, a rinunciare alle cure. A chi dice “no” a ogni cambiamento, noi rispondiamo: “Sì, cambiare è possibile!””.

Le soluzioni del candidato governatore Fattori e di Ribechini ai tagli prevedono una rete socio-sanitaria: “Diciamo che esiste un altro modo per affrontare i gravissimi e pesanti tagli del governo Renzi: 400 milioni di euro in meno al Sistema Sanitario Regionale non possono e non devono corrispondere ad una diminuzione di tutele e diritti. A fronte della proposta di accentramento istituzionale proposta da Rossi, rispondiamo che è urgente e necessario instaurare una rete socio-sanitaria in cui siano coinvolti, in modo particolare, le comunità cittadine più piccole e i medici di famiglia. Solo così i territori periferici non resteranno tagliati fuori dal sistema sanitario. È possibile ricavare i milioni di euro di tagli con la riduzione delle esternalizzazioni dei servizi e con seri limiti a modelli come il project financing, dove i cospicui finanziamenti pubblici pre-contratto si accompagnando ad una cessione della gestione al costruttore privato di tutti i servizi non sanitari. Centralità del diritto alla salute per tutte le cittadini e tutti i cittadini toscani”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità