QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 15°26° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 18 settembre 2019

Lavoro martedì 19 maggio 2015 ore 19:15

Sperimentale Piaggio, c'è poco da stare sereni

Uno sciopero degli operai Piaggio (archivio)
Uno sciopero degli operai Piaggio (archivio)

Rsu Fiom e Uilm esprimono preoccupazione: "Venerdì 22 incontreremo la direzione aziendale". A fine maggio produzione quasi ferma in diverse officine



PONTEDERA — Sperimentale Piaggio, c'è poco da stare sereni. Le Rsu Fiom e Uilm annunciano l'incontro con la direzione aziendale in programma venerdì 22 maggio alle 15 nella sede Piaggio di Pontedera e non nascondono la preoccupazione dei lavoratori: “La grande adesione allo sciopero nei giorni scorsi nel reparto Sperimentale della Piaggio di Pontedera dimostra, in maniera chiara ed inequivocabile, che il grido d'allarme lanciato dalla Rsu Fiom e Uilm della Sperimentale oltre ad essere ben motivato e circostanziato, probabilmente ha colto nel segno”.

Segnali poco incoraggianti anche in questo momento, maggio, che dovrebbe essere il picco di produzione: “Tra fine maggio e inizio giugno – spiega Simone Selmi della Fiom – diversi settori subiranno un rallentamento, il reparto meccanica sarà fermo dal 25 maggio al 3 giugno, la 2R dal 29 maggio al 2 giugno”.

Secondo i sindacalisti sono tanti i segnali non incoraggianti: “Ovviamente ci auguriamo di sbagliare, ma l'esperienza ci insegna che quando non c'è la necessaria chiarezza e trasparenza in un reparto fondamentale come la Ricerca e Sviluppo e, al tempo stesso, tra gli addetti ai lavori predomina un certo senso di incertezza, poco c'è da essere sereni”.

Gli esponenti delle Rsu ricostruiscono la vicenda: “Già nell'ultimo incontro avvenuto con il Presidente e ad dell'azienda, molti di noi avevano espresso preoccupazioni per l'insufficienza di investimenti rispetto allo sviluppo di nuovi veicoli/motori e alla non adeguata concretezza di piani di miglioramento degli impianti e dei macchinari, in quanto tutti elementi che potrebbero far prefigurare un, inaccettabile, disimpegno aziendale. Ci insospettisce la reazione immediata dell'azienda che, attraverso un comunicato stampa, sembra voler attutire o sminuire sul nascere l'impatto, anche mediatico, suscitato dal comunicato della Rsu, così come ci infastidisce l'atteggiamento un po' arrogante, se non offensivo (così ci viene riferito), che la Direzione Aziendale avrebbe avuto nei confronti dei Delegati firmatari dello stesso comunicato. Atteggiamento che, se fosse reiterato nuovamente, non potrebbe non trovare il sindacato compatto a difesa dei propri Delegati, i quali hanno tutto il diritto/dovere di esprimere le proprie preoccupazioni e/o considerazioni, senza, per questo, essere considerati dei “gufi” irresponsabili”.

Fiom e Uilm parlano poi dell'importanza dell'incontro di venerdì 22 maggio: “L' incontro, in programma con la Direzione Aziendale sarà una importante occasione per riprendere ed approfondire questi temi e per ribadire che, per quanto ci riguarda, faremo tutto il possibile, affinché si riprenda un percorso virtuoso in direzione di un necessario consolidamento dello stabilimento pontederese e del suo indotto”.

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Italia Viva, Renzi e Vespa prendono il caffè e all'ex premier «sfugge» il nome del nuovo partito

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Cronaca

Attualità