QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Attualità martedì 29 ottobre 2019 ore 17:05

Tim sceglie Pontedera per la formazione digitale

Sonia Luca

L'obiettivo è portare più persone a conoscere e usare Internet. L'assessora Sonia Luca: l'uso corretto di queste tecnologie può migliorarci la vita"



PONTEDERA — Tim ha avviato, su scala nazionale, un progetto per insegnare Internet e le nuove tecnologie a un milione di persone, in particolare a quelle rimaste fuori dall’economia digitale e con maggiore necessità di essere affiancate nel loro percorso di educazione digitale.

Il progetto (che ha il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e dell’Anci) è stato presentato a Roma da rappresentanti del governo e di Tim, alla presenza di alcuni sindaci in rappresentanza dei comuni coinvolti nell’iniziativa. Fra questi comuni troviamo anche Pontedera, città che farà da riferimento per l'intera provincia di Pisa e rappresentata all'iniziativa di Roma dal vicesindaco Alessandro Puccinelli.

Il progetto, denominato “Risorgimento digitale”, partirà dalla Sicilia l'11 novembre e risalirà lo stivale toccando progressivamente tutte le regioni e tutte le provincie, italiane. La tappa pontederese non è stata ancora “calendarizzata”.

Come hanno sottolineato gli ideatori del progetto – ha spiegato l'assessora ai sistemi informativi e allo sviluppo dell'agenda digitale, Sonia Luca - il progetto si inserisce in un quadro che vede l’Italia ancora indietro nelle classifiche europee per l’utilizzo dei servizi digitali, nonostante l’elevato livello di infrastrutturazione. Secondo l'Istat circa 18 milioni di cittadini, il 30 per cento di quelli con più di 6 anni, non hanno usato Internet nell’ultimo anno. Una famiglia su quattro non possiede una connessione a Internet. Di tali famiglie il 58% dichiara che non è connesso perché non lo sa usare, mentre il 21% non usa Internet perché non lo reputa uno strumento interessante. Ritengo sia utile dare a questi cittadini la possibilità di conoscere meglio le grandi opportunità aperte da queste nuove tecnologie. Come sanno i tanti cittadini che utilizzano quotidianamente gli strumenti digitali, l'uso corretto di queste tecnologie può migliorarci la vita, farci risparmiare tempo e denaro, e accrescere la partecipazione alla vita sociale della comunità. Noi lavoriamo in questa direzione”.

In ogni tappa saranno svolti corsi di formazione digitale della durata di tre settimane. In particolare, una “scuola mobile” sosterà nelle principali piazze dei comuni coinvolti, informando e coinvolgendo i cittadini e le imprese locali attraverso specifiche azioni formative. Saranno mobilitati 400 formatori (della Tim Academy) che offriranno oltre 20mila ore di lezioni entro la fine del 2020, coinvolgendo associazioni, centri di aggregazione ed incontro territoriali, polisportive e centri anziani, con l’obiettivo di diffondere le competenze digitali necessarie per accedere alle grandi opportunità offerte da Internet.

Si potrà imparare a navigare in rete, comunicare e usufruire dei servizi di cittadinanza digitale, come ad esempio mandare una Pec (posta elettronica certificata), cambiare il medico di base con lo Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e pagare un certificato con il sistema pagoPA. Particolare attenzione verrà inoltre rivolta alla formazione per le imprese, con un focus sulle Piccole e medie imprese, attraverso sessioni dedicate.

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa, e per tenersi aggiornati sull'evolversi del progetto, è possibile accedere alla pagina web telecomitalia.com/operazione-risorgimento-digitale o contattare il Numero Verde dedicato ‪800 860 860‬, attraverso il quale i cittadini potranno avere dettagli, seguire le tappe del tour, e iscriversi ai corsi in aula che si svolgeranno nelle diverse sedi.

“E' positivo che sia stato scelto il Comune di Pontedera – ha commentato il vicesindaco Puccinelli di ritorno da Roma – per una iniziativa che ha un ottimo fine e che fornisce uno strumento in più, gratuito, per tutti i cittadini che non hanno grande dimestichezza con le nuove tecnologie. Sono certo che i nostri concittadini apprezzeranno questa opportunità”.



Tag

Evasione fiscale, Mattarella agli studenti: «Fenomeno indecente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca